QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 7° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità mercoledì 15 febbraio 2017 ore 16:15

I cani antidroga a tempo indeterminato

Convenzione col Comune di Prato, i segugi scandaglieranno scuole e quartieri a rischio. Il bilancio della polizia municipale nel 2016



PONTEDERA — Una convenzione che entra in vigore a partire dal 1 marzo e che consente alla polizia municipale di disporre di due cani antidroga in arrivo dai colleghi di Prato.

L'accordo è stato svelato questa mattina dal sindaco di Pontedera Simone Millozzi durante la conferenza stampa di presentazione del bilancio 2016 dell'attività della polizia municipale.

"E' un servizio importante - ha spiegato Millozzi - avremo la certezza di poter utilizzare i cani più volte al mese (quattro in totale, ndr). Prima dovevamo sottostare alla disponibilità o meno dei segugi, così è tutto definito". La convenzione stipulata col Comune di Prato ammonta a 800 euro mensili per due cani. Il sindaco di Pontedera aveva vagliato anche la possibilità di acquistare un cane e formare due agenti per portarlo in giro ma il costo annuale sarebbe stato più di tre volte quello della nuova convenzione: "Questo accordo - ha ripreso Millozzi - è estendibile ad altri Comuni della Valdera, se lo vorranno. L'uso dei cani in modo continuativo si affianca all'esercito e alle associazioni di volontariato che coadiuvano le forze dell'ordine nel controllo della città e delle sue zone sensibili". Il quartiere più controllato è quello della stazione mentre un altro campo d'azione per i cani è il villaggio scolastico.

Oltre a questo nuovo accordo, che per il momento come detto riguarda solo Pontedera, c'è stata la presentazione dell'attività della polizia municipale nel 2016. I dati sono spezzettati: i primi sei mesi si riferiscono all'Unione a 12, da luglio diventano invece 8 dopo l'uscita di Peccioli, Terricciola, Chianni e Lajatico. Nel 2017 sono invece 7, vista l'uscita di Ponsacco. 

"La polizia locale - ha detto il presidente dell'Unione Corrado Guidi - è uno dei servizi che abbiamo in comune e che ha dato ottimi risultati sul territorio. I vigili riescono a lavorare in squadra 365 giorni all'anno e garantiscono maggiori servizi ai cittadini. Anche il mio piccolo Comune riesce ad avere dei servizi che non avrebbe senza Unione".

"E' un servizio strategico - ha sottolineato ancora Millozzi - il ruolo della polizia locale non è più quello di 15 anni fa". Il primo cittadino pontederese ha poi parlato del Daspo civico, provvedimento che il governo ha in discussione e che darebbe più potere ai sindaci: "Lo dico da tempo - ha chiarito - in tema di sicurezza urbana i sindaci devono avere più strumenti, non si parla di sceriffi ma di sindaci che hanno a cuore la sicurezza urbana. La sicurezza non è né di destra né di sinistra". Il daspo civico pare che potrebbe essere usato per chi fa atti vandalici o crea disagi all'ordine pubblico. per chi imbratta i muri e atti di degrado

Millozzi ha concluso in suo intervento ricordando l'aiuto della municipale alle popolazioni terremotate: "Sono 21 gli agenti che sono andati nelle zone terremotate e continueranno ad andare nei prossimi mesi".

A illustrare nel dettaglio gli interventi della polizia locale è stato il comandante Michele Stefanelli: "L'unione fa la forza - ha detto - con l'esercito, le altre forze dell'ordine e le associazioni abbiamo lavorato nei quartieri. I dati ci dicono che Pontedera rimane una città sicura". Il comandante ha sottolineato l'importanza delle associazioni: "Sorvegliano il territorio, non posso intervenire ma ci aiutano e fungono da sentinelle".

"Abbiamo acquistato un apparecchio - ha spiegato Stefanelli - per controllare i mezzi pesanti, lo utilizziamo soprattutto nelle zone industriali per verificare le ore di percorrenza e la regolarità dei mezzi di trasporto. Se ci sono effrazioni devono essere subito pagate, per questo abbiamo acquistato un Pos. Le sanzioni per i camion vanno da 450 a 3000 euro". Stefanelli ha sottolineato che le strade più pericolose del territorio "sono la Toscoromagnola e via delle colline per Legoli".

Per quanto riguardo il report degli interventi la polizia locale nel 2016 ha registrato sei incidenti mortali (2 nel 2015), 261 con feriti (240 nel 2015) e in totale 570 (566). Sono diminuiti i controlli nei cantieri edilizi, da 110 a 59 ma sono aumentate le sanzioni amministrative per violazioni edilizie (da 9 a 15). Sono aumentate le ore di formazione sull'educazione stradale (da 152 a 203). Importo complessivo delle sanzioni notificate è di due milioni e 788mila euro nel 2016 contro i due milioni e 544mila del 2015. L'importo complessivo incassato è un milione e 608mila nel 2016 mentre nel 2015 era stato di un milione e 705mila euro.



Tag

Mes, Conte: «L'Italia non ha nulla da temere, il nostro debito è sostenibile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità