QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 18 luglio 2019

Politica venerdì 15 marzo 2019 ore 12:00

"Il Cup è obbligato a dare gli appuntamenti"

Lo ricordano i cinquestelle, che hanno aiutato una signora la cui richiesta di fissare una visita era stata respinta causa liste d'attesa bloccate



PONTEDERA — I consiglieri comunali del M5s, Fabiola Toncelli e Andrea Paolucci, definiscono "drammatica" la situazione delle liste d'attesa per le visite specialistiche e, accusano, "i cittadini sono spesso scarsamente informati e nessuno sembra avvertire la necessità di renderli edotti mentre gli stessi operatori sono all'oscuro o fingono di non sapere".

Nel raccontare la vicenda di una signora inizialmente uscita dal Cup senza essere riuscita a fissare l'appuntamento per la visita richiesta - "le liste sono chiuse almeno fino al 31 marzo", le avrebbero confermato anche in farmacia -, i 5s dicono di averla informata circa i suoi diritti, così lei è tornata al Cup ed ha ottenuto l'appuntamento desiderato.

I cinquestelle dicono di aver spiegato alla signora "che la riforma sulle liste di attesa della nostra Ministra Grillo purtroppo sarà a regime probabilmente da maggio" ma anche che "vige una legge del 2006 la quale vieta le liste chiuse (sono illegali!), pena una sanzione al responsabile dell'ufficio di competenza", per cui "il Cup ha l'obbligo di dare un appuntamento ed una data certa, anche se fuori tempo massimo", e che "una volta ottenuto un appuntamento tardivo (non corrispondente in questo caso alla priorità indicata), esiste un numero verde al quale rivolgersi e l'ospedale ha l'obbligo di attivarsi, trovare un posto e richiamare il paziente dando un appuntamento (chiaro che non dando appuntamento, questo meccanismo non è attivabile e quindi esiste una strada in teoria aperta ma di fatto non percorribile)".

"Continueremo a prestare enorme attenzione alle richieste che ci giungono - sono le conclusioni di Paolucci e Toncelli - e lavoreremo duramente affinché i nostri diritti siano tutelati e garantiti senza essere costretti a brancolare nel buio sbattuti da un ufficio all'altro in cerca di una risposta e di una verità a nostro avviso volutamente sottaciuta".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Spettacoli

Sport