QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°23° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 17 giugno 2019

Politica venerdì 18 novembre 2016 ore 10:30

Il dopo Marconcini, secondo Puccinelli

Alessandro Puccinelli

Il consigliere della Lista Civica Indipendente riflette sulla vicenda Geofor: "La situazione dell'azienda riguarda tutti, ma Pontedera in particolare"



PONTEDERA — "La situazione di Geofor Spa è questione che riguarda tutti i cittadini che sono nel bacino di utenza ma, riteniamo, che Pontedera abbia un ruolo particolare in quanto la società è basata nel suo territorio". Così la pensa il consigliere comunale Alessandro Puccinelli della Lista Civica Indipendente in merito al dopo Marconcini.

"Al di là di paventati giochi di potere, è necessario che l’azienda operi in modo concreto e trasparente nell’interesse della Comunità in senso ampio - sostiene il consigliere di minoranza -. Ci aspettiamo dunque che, al di là della persona che andrà a rappresentare la presidenza del CdA, vi sia esclusiva attenzione a svolgere al meglio il proprio lavoro e, assolutamente, recuperare quel rapporto con i cittadini, specie per l’area di insediamento di Gello".

Puccinelli si riferisce alla questione di alcuni mesi fa delle convenzioni con i ristoratori di zona e le azioni di alcuni cittadini contro le maleodoranze. "Ovviamente ci aspettiamo anche che la figura da proporre abbia, oltre al bagaglio di esperienza aziendale e politica, anche una forte e convinta sensibilità in tema di riduzione dei rifiuti e recupero di materia, che devono essere obiettivi fondamentali per chi governi l’azienda. Su questi punti - aggiunge Puccinelli - invitiamo quindi il sindaco Millozzi a farsi interprete di ciò ed anche in considerazione delle legittime preoccupazioni sul progetto del nuovo impianto di compostaggio, che rappresenta sicuramente una criticità per il nostro territorio. Da Geofor Spa ci aspettiamo, per il futuro, anche maggiore linearità e correttezza organizzativa, cose per le quali la società non ha certo brillato nell’ultimo increscioso episodio che ha portato alle dimissioni del proprio presidente e per le quali, al momento, non è ben chiaro come si siano svolti i fatti sebbene vi siano state conclamate violazioni di regole aziendali, vedremo se e con quali risvolti anche giudiziari".

Poi il consigliere d'opposizione aggiunge: "Sarebbe pure utile tornare all’argomento della Carta di Pisa che, nonostante impegni condivisi unitariamente in consiglio comunale, è rimasta complessivamente lettera morta. Come sarebbe opportuno che, proprio per venire incontro a carenze di etica e trasparenza, la Carta di Pisa fosse sottoscritta pubblicamente oltre che da tutti i politici anche da chi siede nei CdA delle aziende pubbliche. Quale migliore occasione di iniziare sotto questa nuova luce sin dalla prossima nomina?!".

"Vogliamo infine rammentare - conclude il referente della lista di minoranza - che a fronte di nostra richiesta di atti nei confronti della società, non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta come, peraltro, siamo ancora in attesa di avere l’elenco delle sponsorizzazioni del 2016 per le quali la nostra richiesta formale del 9 settembre u.s. è rimasta inevasa anche dopo il sollecito della scorsa settimana. Questa mancanza di collaborazione con l’organo consiliare non solo è incomprensibile per una società interamente pubblica, ma anche assolutamente deprecabile, lasciando aperti interrogativi di cui dovremo poi investire il cIl onsiglio comunale".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Attualità