QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°20° 
Domani 12°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità sabato 09 dicembre 2017 ore 13:00

In città un presidio di Libera in ricordo di Dodò

L'inaugurazione è fissata per lunedì 11 dicembre al circolo Galimberti. Presenti anche i genitori di Domenico Gabriele, ucciso nel 2009 dalla 'ndrangheta



PONTEDERA — Lunedì 11 dicembre dalle 19 al Gsrc Galimberti si terrà la cerimonia di inaugurazione del Presidio di Libera Pontedera intitolato alla memoria di Domenico Gabriele

Saranno presenti il referente provinciale di Libera Fabrizio Tognoni, il referente regionale don Andrea Bigalli e i genitori di Domenico, Giovanni e Francesca Gabriele. Questi ultimi condivideranno con i presenti il racconto della loro tragica vicenda e del loro impegno nella lotta alla criminalità organizzata, portato avanti quasi giornalmente attraverso gli incontri nelle scuole di tutta Italia, con la loro testimonianza e il ricordo del piccolo Dodò

"Il Presidio di Libera Pontedera - si legge in una nota stampa dell'associazione - nasce dall’impegno di un gruppo di studenti decisi a portare i valori della legalità e della lotta alla criminalità nelle scuole, agendo direttamente sui e con i ragazzi, che sempre di più vengono coinvolti in fenomeni di microcriminalità molto spesso legati allo spaccio di stupefacenti, in un traffico che riconduce ad una connivenza con gli interessi mafiosi. Agire nelle scuole e nelle strade è l’obiettivo principale del neonato Presidio che si propone come attore e portavoce dei valori di Libera sul territorio pontederese. È anche per questo che è stato scelto di dedicare il Presidio alla memoria di Domenico Gabriele (Dodò), bambino innocente, ucciso a Crotone nel 2009 ad appena 11 anni da un commando di ‘ndranghetisti durante un regolamento di conti per fatti di droga. È ricordando la tragica fine di Gabriele e la forza di volontà dei genitori, testimoni del dolore e del male causato dalle mafie, che il Presidio intende portare avanti la propria azione sul territorio. Il Presidio - hanno concluso da Libera - nasce anche con l’appoggio e la partecipazione sentita di molte associazioni e realtà che da anni agiscono attivamente sul territorio: GSRC Galimberti, Cooperativa Arnera, Cantieri Osso del Cane, Arci Valdera, Libera Espressione e Gas Pontedera formeranno il nucleo costituente del nuovo Presidio, insieme ai singoli firmatari del patto di Presidio".



Tag

Berlusconi: «Non volevo, ma sarò in piazza Lega contro il carcere per gli evasori»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Imprese & Professioni

Cronaca

Sport