QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 settembre 2019

Politica sabato 23 gennaio 2016 ore 11:00

La Sinistra cambia e si presenta alla Valdera

Si terrà lunedì 25 gennaio nella saletta Carpi l'iniziativa di Sinistra Italiana. Ci saranno anche il deputato D'Attorre e Furfaro di Sel nazionale



PONTEDERA — Sinistra Italiana prende pian piano forma e come tutti i nuovi soggetti politici cerca di farsi conoscere ai cittadini. A Pontedera lo farà lunedì 25 gennaio alle 18,30 alla saletta Carpi in via Valtriani, dove si terrà un'iniziativa alla quale parteciperanno anche il deputato di Sinistra Italiana Alfredo D'Attorre e il membro del coordinamento nazionale di Sel Marco Furfaro.

"Si tratterà di un importante momento di confronto sul futuro e sulle prospettive, su quello che vuol dire essere di sinistra oggi - ha commentato il coordinatore di Sel Valdera Roberto Bongini -. Dopo la nascita dei gruppi parlamentari di Sinistra Italiana nello scorso novembre, il 19-20-21 febbraio a Roma lanceremo il nuovo partito della sinistra, inizieremo una campagna di ascolto e di pretesseramento che culminerà in autunno con il congresso fondativo vero e proprio".

"Sel si è da subito messa a disposizione di questo nuovo progetto politico - ha aggiunto il coordinatore provinciale di Sel Luca Panicucci -, quello che faremo sarà un partito di sinistra che saprà parlare a tutti i delusi dalle attuali politiche del Partito Democratico di Matteo Renzi. Una sinistra alternativa al renzismo ma non velleitaria e minoritaria. Non siamo la "cosa rossa" ma una sinistra seria, coerente e di governo, come dimostriamo nei molti comuni della nostra provincia dove i nostri eletti portano avanti uno straordinario lavoro amministrativo, cosa riconosciuta da tutti".

Per i referenti di Sel, il banco di prova principale sarà il referendum in programma ad autunno. "Saremo schierati per il no alla riforma costituzionale del governo - ha dichiarato Bongini - non si tratta di essere conservatori ma di difendere la qualità della nostra democrazia ed il pluralismo necessario alle nostre istituzioni".



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Politica

Attualità

Attualità