Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA13°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Cronaca giovedì 26 maggio 2016 ore 18:00

L'abbraccio di una città all'angelo di via Veneto

Chiesa colma e piazzale affollato per i funerali di Linda Baglioni, la barista di 37 anni travolta e uccisa da un'auto di fronte al suo locale



PONTEDERA — Il sole splende ma le facce sono buie, gli sguardi persi e resta solo il silenzio misto alle lacrime per chi, in un batter di ciglio, non sarà più lì in via Veneto al bancone del bar a regalare un sorriso a chiunque varchi la porta. 

E' stato grande l'abbraccio, tantissima la gente, che nel pomeriggio di oggi, giovedì 26 maggio, ha affollato la chiesa de Il Romito per dare a Linda Baglioni l'ultimo saluto.

Travolta da un'auto la notte di domenica mentre usciva dal suo bar e raggiungeva gli amici all'inaugurazione di un pub vicino, Linda ha lasciato un grande vuoto fra quelle persone che l'avevano conosciuta. La sua vicenda ha fatto scalpore fra le cronache nazionali, ma in modo più profondo ha lacerato l'intera comunità pontederese che alla cerimonia le ha regalato vicinanza e scrosci di applausi.

"Pensarti e sorridere è sempre stata la cosa più naturale, anche adesso con le lacrime agli occhi il sorriso non scompare", le ha scritto qualcuno sul suo profilo Facebook. E forse proprio quel sorriso spontaneo di cui Linda era capace, ha fatto sì che non fosse un pomeriggio tetro, ma caldo e luminoso, come lei.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prossima apertura, nella prima settimana di Novembre, di PokèFlash, in Piazza Martiri Della Liberta. Ecco le figure richieste
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità