QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°13° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità martedì 26 aprile 2016 ore 15:10

Le tasse non salgono, si cerca chi non le paga

Il Comune di Pontedera

Stilato il bilancio di previsione 2016. Il Comune proverà a recuperare oltre un milione di tributi non riscossi nel 2012 e 2013



PONTEDERA — Lotta dura per riscuotere i tributi in arretrato. L'obiettivo è far tornare nelle casse comunali circa un milione e mezzo di euro, soldi che avrebbero dovuto essere raccolti dall'Amministrazione fra il 2012 e il 2013. E' questo uno dei pilastri del bilancio di previsione 2016 del Comune di Pontedera. La tassa nel mirino è soprattutto quella sui rifiuti, come spiega l'assessore al bilancio Marco Papiani: "La riscossione dei crediti arretrati è fra le azioni su cui ci siamo concentrati maggiormente - spiega - anche a fronte di tagli sempre crescenti, che sono arrivati a toccare quota sei milioni nel 2016. Infatti non è stato un bilancio semplice".

Gli anni per i quali il Comune esigerà il pagamento, come detto, sono il 2012 e il 2013. Ma il fenomeno interessa anche il 2015, durante il quale avrebbero dovuto entrare in cassa "Circa 12 milioni di euro - informa ancora Papiani - e ne sono arrivati invece poco meno di 9 milioni".

Chi non ha pagato si aspetti dunque una lettera. "L'ufficio preposto alla riscossione degli arretrati è stato potenziato nell'organico e sul piano tecnologico".

Tuttavia, se da una parte il Comune si metterà sulle tracce dei morosi, dall'altra non ci saranno rincari: "Siamo felici di informare i cittadini che le tasse non sono state aumentate - dichiara Papiani - così i costi per altri servizi, come mensa e scuolabus, non subiranno variazioni".

Per il resto, il bilancio di previsione vede stanziate la maggior parte delle risorse in due settori che il Comune considera fondamentali: istruzione e sociale. "Nel primo saranno versate quasi l'8 per cento delle risorse totali, al secondo andrà l'11 per cento".

"Nonostante la forte crisi continua a pesare - commenta Papiani - vedo spiragli positivi per il futuro. C'è una piccola ma significativa ripresa del commercio e ci auguriamo che le feste in programma possano contribuire a risollevare l'economia locale di Pontedera. In questo senso la riapertura di Palazzo Pretorio mi pare un simbolo della volontà di rinascita che anima la nostra condotta politica".



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro