QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°18° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 20 maggio 2019

Politica mercoledì 27 marzo 2019 ore 08:30

Matteo Bagnoli verso la candidatura a sindaco

Matteo Bagnoli
Matteo Bagnoli

Bagnoli, numero due di Arcenni, sarebbe la figura scelta dal centrodestra per correre alle elezioni. I retroscena di questa possibile decisione



PONTEDERA — Si chiama Matteo come Arcenni ed è quello che con Arcenni ha sempre condotto le battaglie per Fratelli d'Italia a Pontedera. Matteo Bagnoli, classe 1986, rottigiano, già consigliere comunale e presidente del Rotaract di Pontedera, secondo alcuni bene informati sarebbe il candidato sindaco del centrodestra per le elezioni comunali di domenica 26 maggio.

Dopo la candidatura lampo dell'avvocato Pino Brini, scivolato sulla frase sui gay e la famiglia, e dopo settimane intense di trattative, con molte frizioni e un candidato della Lega di Pontedera in stand-by (Giorgio Petralli) la convergenza del centrodestra sarebbe arrivata sul giovane politico, numero due di Arcenni.

Proprio Arcenni qualche giorno fa, nella conferenza stampa di presentazione di Pontedera Sicura, aveva detto che a breve sarebbe stato svelato il nome del candidato sindaco.

Da questa possibile decisione, che potrebbe essere annunciata ufficialmente giovedì o venerdì, emergono dei retroscena, anche se dalla Lega di Pontedera nessuno parla, rimandando la domanda alla Lega provinciale, che tace a sua volta. Stesso discorso per Forza Italia, con Federica Barabotti che potrebbe essere candidata sindaco da sola per il partito di Berlusconi, mentre Fratelli d'Italia, con Arcenni, dice "non credo proprio che sia Bagnoli il nome scelto. Ci sono ancora sei nomi sul piatto, due per ogni partito". E tra i due nomi di Fratelli d'Italia, a detta di Arcenni "non c'è né il mio né quello di Bagnoli".

La convergenza sul nome è cercata soprattutto ai tavoli provinciali e regionali, dove i partiti del centrodestra sono ora più o meno d'accordo - visto quanto accaduto con Brini - nello spartirsi i candidati a sindaco per i principali centri della provincia: oltre a Pontedera, Ponsacco, San Miniato e San Giuliano Terme.

La decisione è prossima e il nome del secondo candidato potrebbe essere già scritto in una busta chiusa. Alcuni personaggi vicini a tutti e tre i partiti di centrodestra dicono che Bagnoli è stato il nome che ha portato alla fumata bianca e che alla fine Fdi l'abbia spuntata su Lega e Forza Italia, facendo di Bagnoli il candidato che fronteggerà Matteo Franconi, Fabiana Toncelli e Ilicia Di Ienno, domenica 26 maggio. 

Tutti contenti? Forse, o forse no, si vocifera che un'altra lista potrebbe formarsi a destra, sarebbe una lista civica. Un continuum dell'idea lanciata da Brini pochi giorni dopo essere stato scaricato dalla Lega? Possibile. Se così fosse la lista civica di Brini appoggerebbe sicuramente il candidato Bagnoli, essendo l'avvocato, molto amico di Matteo Arcenni. Ancora i bene informati dicono che a breve arriverà in città un altro Matteo, il Salvini vice premier.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Attualità

Elezioni