QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°34° 
Domani 19°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 20 agosto 2018

Politica sabato 29 luglio 2017 ore 06:30

"Meno tasse per chi ha casa alla stazione"

Matteo Arcenni

E' la proposta di Matteo Arcenni di Centro Destra Valdera in favore dei residenti storici del quartiere per risollevare la crisi immobiliare



PONTEDERA — Esenzione dall'Imu, riduzione della Tari e alcuni contributi ai servizi. Sono queste le misure che Matteo Arcenni di Centro Destra Valdera propone per il crollo del valore degli immobili nel quartiere stazione.

"Perché se è vero che non tutti i nuovi cittadini sono delinquenti - spiega Arcenni -, è vero anche che la loro altissima concentrazione in alcune zone della città ha contribuito in modo sensibile alla svalutazione delle abitazioni nelle stesse aree. Oggi con 30mila euro è possibile acquistare un appartamento in zona stazione. Le agenzie immobiliari della città hanno enormi problemi a trattare immobili nei quartieri dello scalo ferroviario e del Villaggio Piaggio".

"A nostro avviso - continua Arcenni -, l'amministrazione comunale, prima responsabile di ciò che accade in città in qualità di garante della sicurezza di uomini e donne residenti a Pontedera e nelle frazioni, dovrebbe adottare alcune misure straordinarie per aiutare i pontederesi che oggi hanno un patrimonio immobiliare quasi completamente andato in fumo. Di seguito, gli accorgimenti che, a nostro avviso, sono necessari nei confronti dei residenti storici nella zona della Stazione e del Villaggio Piaggio e per i proprietari di immobili o fondi".

Per questi, Arcenni quindi chiede: "Esenzione dall'Imu anche sulle seconde case e sui fondi commerciali e ad uso ufficio, riduzione della tassa sui rifiuti su case e fondi commerciali e ad uso ufficio, contributo per eventuali figli iscritti all'asilo nido comunale, contributo per le mense scolastiche e trasporto gratuito sul pullmino del Comune per i figli di genitori oggi residenti in zona Stazione e Villaggio Piaggio che però dovranno dimostrare di essere residenti da almeno 10 anni nel Comune di Pontedera o nei Comuni limitrofi".

"Il Comune - ha concluso l'esponente di Centro Destra Valdera - deve schierarsi a fianco degli uomini e delle donne che negli ultimi anni hanno visto mutare il quartiere in cui vivono da sempre. O quelli che vorrebbero vendere un loro bene immobile, ma non possono farlo perché, a causa dei "ghetti" creati dalla sfrenata politica d'accoglienza dell'amministrazione, viene valutato quanto un motorino scarrettato".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Sport

Cronaca