comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA11°16°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 27 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Lavoro lunedì 27 luglio 2020 ore 18:00

Per Colaninno è il momento delle opportunità

Roberto Colaninno, presidente e ad del Gruppo Piaggio

Con l'emergenza coronavirus anche per il Gruppo Piaggio crollo di vendite e ricavi. Ma la produzione del nuovo Porter a Pontedera è confermata



PONTEDERA — Roberto Colaninno, presidente e amministratore delegato del Gruppo Piaggio, guarda al presente come ad un momento di straordinarie opportunità più che di difficoltà legate alla pandemia Covid-19. Tant'è vero che il Gruppo Piaggio ha confermato l'avvio della produzione del Porter Piaggio negli stabilimenti di Pontedera entro fine anno.

"Il Gruppo Piaggio è impegnato nel progetto di sviluppo e realizzazione di una nuova gamma di veicoli commerciali leggeri a quattro ruote, il nuovo Porter - hanno sottolineato dall'azienda -. Il veicolo sarà prodotto nello stabilimento italiano di Pontedera e, in linea con le tempistiche del programma prefissato, l’avvio delle attività è previsto entro fine anno".

“Il Gruppo Piaggio - queste, invece, le parole di Colaninno a margine della presentazione dei risultati del primo semestre 2020 - continua a investire e lo fa per migliorare la qualità e la tecnologia di tutti i prodotti nel mondo. È chiaro che la difficile situazione contingente richiede fermezza e una gestione pragmatica del futuro ma non possiamo fermarci perché questo è anche un momento di eccezionale effervescenza culturale e scientifica che non potrà che trasformare e, di conseguenza, riorganizzare la mobilità di domani. Si tratta, adesso, di cogliere questa interessante opportunità”.

Di seguito i dati in sintesi sui risultati del Gruppo Piaggio nel primo semestre 2020, come da relazione finanziaria approvata dal Cda, presieduto da Roberto Colaninno.

  • Ricavi consolidati 600,1 milioni di euro (-26,5%, 817 €/mln al 30.06.2019)
  • Margine lordo industriale 171,7 milioni di euro (250 €/mln al 30.06.2019),
    28,6% in rapporto al fatturato (30,6% al 30.06.2019)
  • Spese operative 147 milioni di euro (-16%, 174,9€/mln al 30.06.2019) in forte contrazione principalmente in conseguenza alle azioni di mitigazione messe in atto dalla fine del primo trimestre 2020 per far fronte all’emergenza causata dal Covid-19
  • Ebitda 83,1 milioni di euro (134,3 €/mln al 30.06.2019)
    Ebitda margin 13,8% (16,4% al 30.06.2019)
  • Risultato operativo (Ebit) 24,7 milioni di euro (75,1 €/mln al 30.06.2019)
    Ebit margin 4,1% (9,2% al 30.06.2019)
  • Risultato ante imposte positivo per 15,1 milioni di euro (62,8 €/mln al 30.06.2019)
  • Utile netto 9,1 milioni di euro (34,6 €/mln al 30.06.2019)
  • Posizione finanziaria netta pari a -528,5 €/mln, in miglioramento di 20,1 €/mln rispetto ai 548,6 €/mln al 31.03.2020 per effetto dell’efficace gestione del magazzino intrapresa nel primo trimestre dell’anno
  • Venduti nel mondo 210.300 veicoli (321.500 al 30.06.2019)
  • Investimenti per 52,8 milioni di euro (60,4 €/mln al 30.06.2019) 

In pratica, rispetto allo stesso periodo del 2019, nel primo semestre 2020 segnato dalla pandemia globale il Gruppo Piaggio ha visto i ricavi netti consolidati ridursi di oltre un quarto, mentre le spese operative hanno subito una riduzione del 16 per cento, principalmente in conseguenza alle azioni di mitigazione messe in atto dalla fine del primo trimestre 2020 per far fronte all’emergenza causata dal Covid-19

Nei primi sei mesi del 2020 il Gruppo Piaggio ha venduto nel mondo circa due veicoli ogni tre venduti nello stesso periodo del 2019, per un totale di 210.300 contro 321.500.

"Conseguentemente all’emergenza sanitaria Covid-19 - hanno riferito in proposito dal Gruppo Piaggio -, i mercati hanno presentato una flessione delle vendite. Il calo è risultato più contenuto in Asia Pacific 2W (-9,6%) mentre in Emea e Americas ed in India il numero dei veicoli venduti ha subito una flessione rispettivamente del 22,2% e del 56,9%".

Ad ogni modo, in questi sei mesi difficili il Gruppo Piaggio ha registrato un utile netto positivo per 9,1 milioni di euro (34,6 milioni di euro nel primo semestre 2019), con l'aggiunta che l’indebitamento finanziario netto (PFN) al 30 giugno 2020 è sceso a 528,5 milioni di euro, in miglioramento per 20,1 milioni di euro rispetto ai 548,6 milioni di euro registrati lo scorso  31 marzo, "per effetto - è stato spiegato - dell’efficace gestione del magazzino intrapresa nel primo trimestre dell’anno". 

Allo stesso tempo, gli investimenti non hanno subito particolari flessioni, a conferma di quanto dichiarato dal presidente Colaninno: 52,8 milioni di euro gli investimenti nei primi sei mesi del 2020, contro i 60,4 milioni di euro dell'anno scorso.

Al 30 giugno 2020 il Gruppo ha venduto nel mondo 163.000 veicoli a due ruote (-24,5% rispetto a 215.900 al 30 giugno 2019), per un fatturato netto di 467,6 milioni di euro (-19,8% rispetto ai 583,4 milioni di euro al 30 giugno 2019). Il dato include anche i ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato pari a 53,6 milioni di euro.

La flessione complessiva registrata è stata originata principalmente dai decrementi nei mercati Emea e Americas (-20,5% volumi; -21,5% fatturato) ed in India (-58,4% volumi; -49% fatturato). L’area Asia Pacific è riuscita a contenere la flessione (-9,6% volumi; -4,7% fatturato; -6,4% a cambi costanti).

In Europa il Gruppo Piaggio ha tuttavia confermato la leadership nel segmento scooter con una quota del 24,1%, e ha mantenuto un forte posizionamento sul mercato nordamericano degli scooter con una quota del 23,9%. In Nord America il Gruppo è inoltre impegnato a consolidare la propria presenza anche sul segmento moto, attraverso i brand Aprilia e Moto Guzzi.

Il settore scooter ha visto vendite in crescita per il brand Vespa in diversi Paesi asiatici, tra i quali spicca la Cina, e un incremento delle vendite dello scooter a ruota alta Piaggio Medley.

Nel settore moto hanno registrato una sostanziale tenuta delle vendite la Moto Guzzi V85TT, e, per quanto riguarda il brand Aprilia, i modelli RS 125 e Shiver.

Nel settore dei veicoli commerciali, nel primo semestre 2020 il Gruppo Piaggio ha venduto 47.300 unità (-55,2% rispetto a 105.700 al 30 giugno 2019), con un fatturato netto pari a 132,4 milioni di euro (-43,3% rispetto ai 233,5 milioni di euro al 30 giugno 2019). Il dato include i ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato di 17,5 milioni di euro.

A livello geografico, in Emea ed Americas la flessione delle vendite è stata pari al 45%, mentre in India il Gruppo ha registrato una diminuzione delle vendite del 56,3%. La consociata indiana PVPL ha commercializzato sul mercato indiano delle tre ruote 36.946 unità (81.723 nel primo semestre 2019), attestandosi su una quota complessiva del mercato indiano dei 3 ruote del 26,1%, in crescita di 1,3 punti percentuali rispetto allo scorso anno, e confermando inoltre la leadership nel segmento del trasporto merci (cargo) con una quota di mercato del 48,3%, in crescita rispetto alla quota di 44,3% al 30 giugno 2019.

Piaggio ricorda anche che l’11 maggio, con la ripresa delle attività nello stabilimento indiano di Baramati, tutti gli stabilimenti produttivi del Gruppo Piaggio nel mondo sono tornati operativi dopo gli stop causati dal Covid-19. Sempre a maggio, l’invalidity division dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) ha dichiarato nullo il design registrato da un soggetto di nazionalità cinese, usato per giustificare la produzione di scooter simili a Vespa ed esposti al salone milanese delle due ruote, EICMA 2019, in quanto “incapace di suscitare un’impressione generale differente rispetto al design registrato” della Vespa Primavera, evidenziando che ne rappresentava un illecito tentativo di riproduzione dei suoi fregi estetici.

Il 12 giugno il brand Vespa e la Maison parigina di alta moda Christian Dior, hanno annunciato una collaborazione per dar vita a Vespa 946 Christian Dior, disegnata da Maria Grazia Chiuri, Direttore Creativo delle collezioni donna di Dior. L’iconico scooter sarà in commercio dalla primavera del 2021 nelle boutique Dior di tutto il mondo e successivamente in selezionati flagship store Motoplex del Gruppo Piaggio.

Il 2 luglio il Gruppo Piaggio ha sottoscritto un contratto di finanziamento con Banca Monte dei Paschi di Siena e Cassa Depositi e Prestiti (in pari quota), del valore di 60 milioni di euro. "La nuova linea di credito supporterà la Società nel proprio percorso di consolidamento e di crescita della posizione di leader nel settore della mobilità - è stato spiegato in proposito -, e rafforzerà ulteriormente la struttura finanziaria del Gruppo".

"Nonostante la fase acuta del virus Covid-19 abbia avuto il suo picco nel secondo trimestre del 2020 - così il Gruppo Piaggio sulla fase attuale e sulle prospettive future -, e per alcuni mercati gli effetti negativi non siano ad oggi completamente venuti meno a causa di lockdown localizzati ancora in essere, i risultati al 30 giugno dimostrano in modo chiaro ed efficace la capacità di resilienza e di incisività del Gruppo Piaggio nella risposta alla crisi che ha colpito l’economia mondiale. Allo stato attuale, fatte le dovute valutazioni sulla base del quadro informativo disponibile, la formulazione di previsioni per l’esercizio resta comunque complessa in quanto dipende, tra l’altro, dall’evoluzione della pandemia e dagli effetti nei prossimi mesi delle misure pubbliche nel frattempo implementate e da implementare nei paesi in cui il Gruppo è presente".

"In questo quadro generale - hanno concluso -, il Gruppo Piaggio continuerà a lavorare per rispettare impegni e obiettivi, mantenendo in essere tutte le misure adottate per gestire la crisi derivante dalla pandemia fino a quando saranno necessarie. Dal punto di vista tecnologico il Gruppo Piaggio proseguirà comunque nella ricerca di nuove soluzioni ai problemi della mobilità attuali e futuri, grazie all’impegno di Piaggio Fast Forward (Boston) e di nuove frontiere del design da parte di PADc (Piaggio Advanced Design center) a Pasadena. In linea più generale Piaggio conferma l’impegno a contenere eventuali perdite momentanee di produttività dovute all’emergenza Coronavirus che si dovessero comunque manifestare con una sempre più forte attenzione all’efficienza dei costi e degli investimenti, continuando ad attuare tutte le misure di sicurezza sanitaria necessarie alla tutela dei propri lavoratori nel mondo, nel massimo rispetto dei principi etici fatti propri dal Gruppo".

In conclusione, il Consiglio di Amministrazione, su proposta del Presidente, considerata l’attuale situazione macroeconomica ed i relativi possibili impatti sui risultati del Gruppo, ha deliberato di "rinviare la decisione relativa alla distribuzione di un acconto sul dividendo dell’esercizio 2020 in occasione dell’approvazione del Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2020, con eventuale pagamento nel mese di novembre 2020".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca