QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°18° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità mercoledì 08 maggio 2019 ore 14:52

Progetto Autismo, tre anni di attività al Poliedro

Incontro tra operatori, famiglie e associazioni al Centro Poliedro di Pontedera, venerdì 10 maggio, per fare il punto su 3 anni di attività



PONTEDERA — Il “Progetto Autismo” continua con ottimi risultati per i ragazzi che frequentano il centro pontederese. Venerdì 10 maggio dalle 9 alle 13, al Centro Poliedro, in piazza Berlinguer, saranno presentati i risultati delle attività e, soprattutto, sarà una giornata dedicata ai ragazzi, alle famiglie, alle associazioni e agli operatori. Dopo l’introduzione di Filippo Barbieri, responsabile scientifico e neuropsichiatra infantile, la coordinatrice tecnica Cristiana Bernardi, illustrerà la storia del progetto e Beatrice Fantozzi, psicologa, presenterà le attività che settimanalmente vengono svolte. Uno specifico spazio sarà dedicato alle famiglie e alle associazioni.

Il progetto sperimentale “Continuità terapeutica e progetto di vita: sperimentazione di un nuovo modello di intervento per minori e giovani adulti”, iniziato nel 2015, è stato ideato e realizzato per accompagnare i ragazzi e le ragazze con DSA (disturbo dello spettro autistico) nella delicata fase di transizione dall' adolescenza all'età adulta sostenendo le autonomie personali e sociali e rafforzando la rete territoriale.

Dopo la prima fase di formazione per 84 operatori, sono stati individuati gli spazi dove poter svolgere le attività, alla Bianca e al Centro Poliedro di Pontedera, gestiti dall’Unione Valdera attraverso la Cooperativa Arnera.

I 12 ragazzi provenienti dalla Valdera, dalla zona pisana e dall’Alta Val di Cecina, tra i 16 ed i 20 anni, sono stati suddivisi in gruppi omogenei per caratteristiche cliniche ed obiettivi, per quelli provenienti dalla zona pisana e dall’Alta Val di Cecina è stato attivato anche un servizio di trasporto andata e ritorno. Le attività si svolgono, in parte al Casale la Bianca, dove gli spazi sono stati suddivisi per poter svolgere attività di cucina, cura della casa, cura dell’orto, uso del bagno e, in parte, in uno spazio ricavato all’interno del centro Poliedro; una stanza utilizzata per la programmazione, la preparazione di materiali, giochi da tavolo, uso del PC e dei tablet e per tutte le attività che riguardano l’aspetto comunicativo, visione di film, lavoro sulle emozioni e di giochi di ruolo.

Il progetto è realizzato attraverso il lavoro dell'equipe multiprofessionale costituita dal neuropsichiatra infantile, lo psicologo, il logopedista, gli educatori e gli operatori socio sanitari. Dopo il biennio di sperimentazione il progetto è stato rimodulato consentendo l'inclusione di un numero maggiore di ragazze e ragazzi con ampliamento del range dell'età 14-22 anni. Le attività in corso, che si svolgono anche nei nuovi spazi del centro polifunzionale di San Zeno a Pisa, sono maggiormente finalizzate al consolidamento e generalizzazione delle abilità nelle diverse aree di sviluppo e alla definizione di un progetto di vita attraverso l'espressione di talenti e vocazioni.



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca