Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:PONTEDERA16°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Giornalista nella furia dell'uragano Ian: si aggrappa a un cartello per non volare via

Politica venerdì 19 novembre 2021 ore 10:42

Una firma per richiedere la patrimoniale

Progetto Pontedera, con Sinistra Italiana, avvia la campagna per l'istituzione di un'imposta sui grandi patrimoni. Il gazebo sarà in piazza Cavour



PONTEDERA — Un banchetto in piazza Cavour per firmare una proposta di legge popolare per l'istituzione di un'imposta ordinaria sostitutiva sui grandi patrimoni. Sinistra Italiana e Progetto Pontedera avviano una collaborazione politica e, condividendo appieno lo spirito e la sostanza della proposta, saranno presenti proprio nella piazza antistante al Comune dalle 10 alle 13 di sabato 20 Novembre per avviare la raccolta.

Al gazebo i cittadini potranno trovare tutte le informazioni per sostenere consapevolmente la richiesta alla minoranza più ricca del Paese un contributo ordinario, per garantire a tutti i cittadini migliori condizioni di accesso ai beni e servizi essenziali e il pieno godimento dei diritti costituzionali.

"Milioni di persone sono esclusi di fatto dall’accesso alla casa, all’istruzione, alle cure sanitarie e persino a un'alimentazione sufficiente - hanno spiegato da Progetto Pontedera - lo vediamo bene anche a livello locale, dove l'assessorato al sociale del Comune di Pontedera si trova ogni giorno a fronteggiare le situazioni di difficoltà dei cittadini, provvedendo giustamente ad aumentare gli investimenti in questo ambito".

"La stagione della pandemia ha ulteriormente allargato la forbice fra pochi già ricchi, che hanno visto crescere sensibilmente il proprio patrimonio, e milioni di italiani che hanno attraversato una lunga fase di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione o perdita delle proprie attività - hanno continuato - come promotori della legge riteniamo sia quindi giunto il momento di un riequilibrio, che alleggerisca il carico fiscale sui ceti bassi e medi, mentre sia necessario chiedere di più alla ristretta minoranza che ha concentrato nelle sue mani quasi la metà della ricchezza nazionale".

"Basta guardare i dati allarmanti della Caritas - hanno concluso - relativi all'aumento esponenziale delle povertà per rendersi conto di quanto sia un atto necessario e non più rinviabile un atto legislativo che faccia giustizia e ridia piena dignità a tutti i cittadini".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono due bambini di 10 anni gli aggressori che hanno schiaffeggiato e minacciato due coetanei. Allertato il Tribunale dei minorenni di Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Spettacoli

Cronaca