comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:36 METEO:PONTEDERA16°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 29 novembre 2020
corriere tv
Guerra civile a Parigi, manifestanti danno fuoco alla Banque de France

Attualità mercoledì 20 maggio 2020 ore 18:00

Reparto Covid vuoto? Decisivo il lavoro di squadra

Reparto Covid di Pontedera senza pazienti, parla l'infettivologo Benedetta Longo

Dall'ospedale Lotti parla l'infettivologo Longo: "Le settimane più difficili sono state le prime tre, quando continuavano ad arrivare pazienti"



PONTEDERA — Dal 14 marzo fino a ieri il reparto Covid dell’ospedale Lotti di Pontedera ha ospitato pazienti positivi al virus. La maggior parte di loro ha sconfitto il virus, molti purtroppo sono morti. La buona notizia è che da ieri tutti i 42 posti letto sono vuoti.

Della situazione al Lotti ne ha parlato la dottoressa Benedetta Longo, infettivologo: “Abbiamo vinto questa battaglia restando uniti come gruppo, confrontandoci a inizio e fine turno tra medici, infermieri e oss, scambiandoci le informazioni” (l'intervista completa nel video qui sopra).

Le settimane più difficili – ha aggiunto Longo – sono state le prime due o tre, quando continuavano ad arrivare pazienti”. Al momento il reparto Covid di Pontedera è completamente vuoto, come si vede nella foto le finestre delle stanze questa mattina sono state aperte per cambiare l’aria.

L’emergenza non è finita, difatti il reparto non è stato dismesso, è ancora pronto ad accogliere altri pazienti, se ce ne sarà bisogno. L’augurio di tutti è che non avvenga.

Le finestre aperte nelle stanze del reparto Covid del Lotti

Le finestre aperte nelle stanze del reparto Covid del Lotti

L'entrata del reparto Covid all'ospedale di Pontedera

L'entrata del reparto Covid all'ospedale di Pontedera

Benedetta Longo

Benedetta Longo



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

QUI eBook

CORONAVIRUS