QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità mercoledì 02 agosto 2017 ore 15:38

Rifiuti e microchip, le idee del centrodestra

Arcenni e Badalassi: "L'idea di mettere chip sui contenitori venne scartata un anno fa, adesso viene attuata. Pronti a collaborare, abbiamo idee"



PONTEDERA — Matteo Arcenni e Barbara Badalassi del Centro destra Valdera hanno commentato la recente notizia data dal sindaco Simone Millozzi sull'avvio, in fase sperimentale, della tariffa puntuale dei rifiuti in una zona di Pontedera, quella della zona industriale di Gello: "Ci ricordiamo perfettamente - hanno esordito Arcenni e Badalassi - che alla fine del giugno di un anno fa, di fronte alla nostra proposta di regolare la raccolta differenziata con dei chip sui contenitori per verificare la reale produzione di rifiuti da parte di ogni cittadino, la maggioranza cittadina, come spesso accade quando arrivano proposte dall'opposizione, reagì quasi ridicolizzando il nostro suggerimento". 

"Risuonano ancora ben chiare le parole del consigliere comunale Tognetti - hanno ricordato i due esponenti - che gettandosi a difesa dell'amministrazione Millozzi attraverso un lungo intervento pubblicato sui media locali, ci consigliò addirittura di rivolgere la nostra proposta a un altro Comune del territorio. Alla luce della sperimentazione annunciata dall'amministrazione, che presto doterà i mastelli della zona industriale di Gello di un microchip per valutare la produzione di rifiuti, una domanda ci viene spontanea: forse avevamo ragione? Stai a vedere che la nostra idea ha fatto gola alla maggioranza. Il nostro progetto sulla differenziata, che comprende altri punti oltre all'innovazione del microchip, è ancora nel cassetto". 

"Siamo pronti a esaminarlo con la giunta Millozzi - hanno detto i rappresentanti di Centro destra, aprendo a una collaborazione - anche per lavorarci insieme e instaurare un rapporto di reciproca fiducia in grado di garantire Il benessere "fiscale" dei cittadini. Non saremo simpatici come alcuni esponenti della maggioranza consiliare, ma abbiamo idee. "Governare" è anche e soprattutto "collaborare".  A partire anche dal far rimuovere i materassi e i rifiuti abbandonati in giro per la città e in particolare in zona stazione come denunciato anche da più cittadini. E dal programmare e realizzare un piano di derattizzazione generale vista la presenza di topi in molte aree".



Tag

Matteo Salvini fa l'accento romagnolo mentre visita un'azienda per la campagna elettorale in Emilia-Romagna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca