QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -1°8° 
Domani -2°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 19 dicembre 2018

Attualità giovedì 11 ottobre 2018 ore 12:03

Serbatoi pericolosi? Acque Spa dice di no

Il serbatoio che svetta su Treggiaia (foto Piero Frassi)

Sono decine e decine le torri-acquedotto della nostra zona, ben cinque si trovano nel comune di Pontedera



PONTEDERA — Qualcuno li vede come un pugno sferrato al paesaggio e alla natura, per altri, fra i quali chi scrive, sono invece accettabili e a loro modo importanti e magari belli perché presidiano e proteggono come una torre medievale un bene di cui non si può fare a meno. 

"Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta", poeteva San Francesco nel Cantico delle Creature. Stiamo parlando dei serbatoi pensili che quasi ogni paese di collina ha ma che caratterizzano anche le città di pianura. Magari non proprio in centro. Il punto principale è tuttavia un altro. Sono in buona salute? Vengono monitorati? Si stanno già monitorando? 

Se lo chiede e lo chiede il nostro lettore Antonio che a sua volta ci chiede di dar notizie su queste torri piene d'acqua. Ebbene: dalla società pubblica Acque Spa che li ha tutti in gestione salvo quelli privati, arrivano assicurazione e notizie. A esempio sull'intervento in corso al deposito di San Romano attualmente sottoposto a manutenzione straordinaria mentre prossimamente un'operazione simile con tanto di street art, ovvero un bel disegno per rallegrare un po' il serbatoio, è già in programma a Pontedera.

Sono decine e decine questi serbatoi, quasi tutti risalenti agli anni '50-70, alti come case di quattro o cinque piani, Non si può parlare di tutti mentre nel comune di Pontedera sono 5: uno privato, quello della Piaggio lungo la ferrovia e uno nella zona Villaggi, mentre gli altri tre sono alla Rotta, Montecastello e Treggiaia.

Sempre dalla società Acque Spa arrivano rassicurazioni, spiegando che quasi tutti sono provvisti di sensori - tipo quelli mancanti o non funzionanti al ponte di Genova -, e come ci siano interventi di monitoraggio programmati per tutti. 

Dal punto di vista estetico, quello che spicca di più (vedi foto) svetta sulla parte alta dell'abitato di Treggiaia e si scorge benissimo da San Gervasio e zone limitrofe. Per chi appartiene al partito che vede in queste strutture anche del bello e non un cazzotto alla natura, consigliamo di godersi proprio il serbatoio pensile di Treggiaia.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Attualità