QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°13° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità mercoledì 10 aprile 2019 ore 10:54

Studenti e cittadini attivi, le loro idee

I ragazzi del liceo Montale e il progetto per sviluppare elementi di cittadinanza attiva. Si è parlato di cyberbullismo e nuovo villaggio scolastico



PONTEDERA — ll Liceo Eugenio Montale di Pontedera grazie ai fondi dell’Autorità Regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione, ha realizzato un progetto denominato “Cittadini Attivi” per sviluppare elementi di cittadinanza attiva tra gli studenti grazie al metodo della peer education.

Dall’inizio dell’anno scolastico, infatti, dieci ex studenti dell’Istituto dopo un apposito percorso di formazione sono andati nelle classi che ne hanno fatto richiesta e hanno portato avanti delle riflessioni, delle considerazioni e delle proposte su come poter esercitare il proprio diritto di cittadinanza.

Diritto all’informazione, diritto al lavoro, volontariato, supporto agli altri studenti, solidarietà… questi soltanto alcuni dei temi trattati nelle classi che hanno partecipato attivamente e con entusiasmo a questo percorso. Un percorso che vuole portare avanti l’idea che l’educazione alla cittadinanza attiva sia fondamentale per la crescita degli studenti ma che la cittadinanza attiva non debba essere fatta soltanto aggiungendo ore nel percorso di studi ma in modo trasversale e soprattutto con metodologie innovative come appunto l’educazione tra pari.

Ieri mattina le classi del Liceo Montale, nell’auditorium del Museo Piaggio di Pontedera alla presenza dell’assessore all’istruzione del Comune di Pontedera Liviana Canovai, del consigliere comunale Mattia Belli e della consigliera regionale Alessandra Nardini hanno presentato i progetti di cittadinanza attiva.

Tra i progetti presentati: un progetto per ripensare il Villaggio Scolastico di Pontedera, una segnaletica rivolta agli anziani, un progetto per prevenire il cyberbullismo nelle scuole, un percorso per l’Educazione al rispetto, un sito per informare i ragazzi riguardo alle opportunità del volontariato, un’indagine sulle barriere architettoniche in città…

Nel corso della mattinata sono intervenuti anche gli operatori dell’RSA “Leoncini” con cui hanno collaborato gli studenti e il Presidente di Agape Roberto Lorenzini.



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Attualità