QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°18° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 17 settembre 2019

Attualità venerdì 06 ottobre 2017 ore 13:00

Un grande totem solidale svetta nel quartiere

Fuori del Ponte, sulla Casa della Solidarietà in via Ungaretti, è stato inaugurato il nuovo murale realizzato da Edf Crew



PONTEDERA — Un murale per la Casa della Solidarietà, un totem del reciproco sostegno, una riflessione da parte di Nico “Lopez” Bruchi e Daniele “Umberto Staila” Orlandi sul concetto di solidarietà, i rapporti che esistono tra gli uomini e il loro ruolo nell’universo.

L'opera è stata inaugurata giovedì scorso nel cuore del quartiere Fuori del Ponte, fra via Pacinotti e via Ungaretti, alla presenza degli artisti, del sindaco Simone Millozzi, dell'assessore al sociale Marco Cecchi e dei rappresentanti della Casa della Solidarietà.

Un’opera piramidale che tende verso l’alto, il cui centro geometrico e simbolico è rappresentato da un cuore umano. La parola equanimità, impressa in una base marmorea, sorregge una colonna che racchiude l’universo. Ed è l’universo, che culmina in un capitello, un elemento cioè di raccordo, simbolo di solidarietà e raffigurato in una catena umana, a sorreggere il cuore conservato e protetto in una teca in vetro perché prezioso il suo contenuto e quindi preziosa è la sua decorazione: un uomo e una donna d’oro, emblemi dell’umanità intera.

Il cuore sostiene un orologio che indica sempre il presente, il qui e ora, un incitamento da parte dei due artisti a vivere il presente, unico luogo e momento in cui è possibile realizzare un profondo cambiamento. L’orologio del tempo presente regge un bilanciere in perfetto equilibro tra due figure opposte, una grassa e pingue, che rappresenta il capitalismo e una esile ed emaciata che raffigura chi è rimasto fuori dal sistema capitalistico. L’opera culmina e si conclude con un bottone in oro raffigurante due embrioni, simbolo di vita, e con il pianeta terra in bronzo.

"L’opera - si legge in una nota dei writers - racchiude in sé un meccanismo completo e complesso, un messaggio universale che si sposa perfettamente con la contestuale apertura della Casa della Solidarietà: solo attraverso l’ascolto costante del cuore si può raggiungere un equilibrio sociale".

L'intervento, realizzato in soli quattro giorni, dal 29 settembre al 2 ottobre, da Nico Lopez Bruchi e Daniele Staila Orlandi della Edf Crew si inserisce all'interno del progetto TUCC (Tuscany's Urban Colors Correction) voluto da amministrazione comunale di Pontedera e Cooperativa Ponteverde, cofinanziato da Regione Toscana (attraverso il bando Toscanaincontemporanea2017), Apes e Banca di Pisa e Fornacette (mentre Colortecnica store è lo sponsor tecnico.

L’edificio, oggetto di un intervento di manutenzione straordinaria da parte di Apes, grazie a un finanziamento di 190mila euro, ospiterà infatti nei locali al piano terra la Casa della Solidarietà, un servizio di raccolta e distribuzione di generi alimentari per gli indigenti gestito da Croce Rossa, la cui attività a Pontedera ha ripreso nel 2010 con l’attivazione di un servizio di ambulanze per poi dedicarsi in maniera sempre più incisiva alle attività sociali. Qui confluiranno gli aiuti alimentari europei che saranno immagazzinati, insacchettati e distribuiti alle persone in stato di bisogno, segnalate dai Servizi Sociali in collaborazione e integrazione con l’Amministrazione Comunale e le altre Associazioni del tavolo del Cibo.



Tag

Il bambino caduto dal balcone a Lodi: ecco come Angel lo ha salvato | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport