QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°18° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 22 settembre 2019

Attualità martedì 19 aprile 2016 ore 12:34

Valdera più povera ma più unita

Un momento della raccolta alimentare

Nel 2016 nella città della Vespa sono 1576 le persone che si sono rivolte ad associazioni caritatevoli, 211 in più rispetto a dodici mesi fa



PONTEDERA — Marco Cecchi, assessore al sociale del Comune di Pontedera, ha commentato la situazione: “L'incremento degli assistiti che si rivolgono periodicamente alle associazioni caritatevoli della città ci parla da un lato della fragilità di una fetta della nostra comunità alle prese con le ricadute sociali della crisi economica. Una quota crescente di popolazione è in forte difficoltà ed ancora, sul piano sociale, non si hanno le ricadute positive della ripresa economica. Al tempo stesso le associazioni, anche grazie ad una serie di iniziative attivate con il Tavolo del cibo (le raccolte straordinarie nei supermercati, la distribuzione delle eccedenze dei mercati ortofrutticoli con Croce Rossa, il recupero del cibo non utilizzato nelle mense, ecc...) diventano un punto di riferimento credibile per un maggior numero di persone indigenti. La raccolta del 9 aprile ha visto una partecipazione più ampia di volontari e anche grazie alle riunioni periodiche con le associazioni si stanno avvicinando gruppi giovanili che intendono rivolgere il proprio impegno civile proprio nell'ambito dell'aiuto alle persone indigenti. E' questo un patrimonio umano in crescita al quale va il ringraziamento di tutta Pontedera”.

L'Ufficio sociale del Comune di Pontedera ha recuperato dalle Chiese e dalle associazioni che organizzano i punti di distribuzione di generi alimentari in città (Misericordia, San Vincenzo dei Paoli, Chiesa Fonte di Vita, Centro Aiuto alla Vita, Ordine Francescano secolare, Parrocchia di San Giuseppe) i dati relativi degli assistiti al gennaio 2016. Rispetto all'ultimo monitoraggio risalente all'aprile 2015 che vedeva un numero di persone assistite pari a 1365, il totale delle persone seguite nel 2016 è di 1576. Si registra quindi un aumento complessivo di 211 unità, il 15 per cento, solo in parte dovuto all'inserimento anagrafico da quest'anno dei soggetti seguiti dalla Parrocchia di San Giuseppe.

La raccolta alimentare organizzata dalle associazioni del Tavolo del cibo di Pontedera e dai Soci coop della Valdera nei supermercati di Pontedera e Fornacette ha portato, sabato 9 aprile, ben 4942 chili di generi alimentari impacchettati in 484 scatoloni. Il cibo viene distribuito questa settimana alle associazioni di volontariato.

Sempre nell'ambito dell'assistenza alle persone indigenti c'è un'ulteriore buona notizia. Mercoledì 20 aprile parte la raccolta del cibo non consumato nella mensa dei dipendenti dell'ospedale Lotti di Pontedera. Dopo le mense delle scuole Gandhi e Diaz, anche questa mensa, gestita dalla società Alisea, parteciperà al Progetto del Buon Samaritano che prevede il recupero dei pasti non consumati. Con l'aiuto della Croce Rossa, della San Vincenzo dei Villaggi e dei lavoratori socialmente utili del Progetto Restituzione dall'inizio dell'anno sono stati recuperati 530 primi piatti, 335 secondi, 370 contorni, tutti divisi in monoporzioni e consegnati ancora caldi alle famiglie in difficoltà.



Tag

Conte ad Atreju: «Una tassa su merendine e voli è praticabile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport