QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°22° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 17 luglio 2019

Cronaca lunedì 14 aprile 2014 ore 12:40

​Taglio del nastro per la Fonte del Porto

Inaugurato a Vicopisano il fontanello di Acque Spa. Il nome ricorda l’avamposto pisano strategico nei commerci del XVI secolo



VICOPISANO — L’acqua ad alta qualità arriva anche a Vicopisano. Sabato scorso infatti, nel parcheggio La Torretta in via Lante, è stata inaugurata la Fonte del Porto, il diciottesimo fontanello realizzato da Acque Spa in provincia di Pisa che fornirà acqua gratuitamente riducendo l’impatto ambientale della plastica e del trasporto delle bottiglie.

Il nome scelto per il fontanello vicarese, suggerito dal professor Giovanni Ranieri Fascetti, rende omaggio all’avamposto pisano che ha messo Vicopisano in posizione strategica per il trasporto delle merci verso Firenze fino alla seconda metà del XVI secolo, quando l’Arno fu deviato.


Molti i cittadini presenti all’inaugurazione, oltre al sindaco Juri Taglioli e il presidente di Acque Giuseppe Sardu che hanno brindato e consegnato ai residenti alcune brocche in vetro per attingere e conservare l’acqua del fontanello.


“L’acqua della Fonte del Porto – ha spiegato il sindaco Taglioli – è la stessa distribuita dall’acquedotto, ma trattata al fine di ridurre i composti del cloro. Si tratta di un bel servizio per i residenti e per i turisti. Il manufatto in pietra e mattoncini, nel quale è inserito l’impianto, evoca una sorta di casetta dell’acqua e ben si inserisce nel contesto del borgo.” L'acqua distribuita nel comune di Vicopisano proviene dalla falda delle Cerbaie, attraverso la centrale idrica di Bientina, i cui pozzi prelevano ad una profondità di circa 35 metri; e, in piccola parte, dalla sorgente del Tinto. Lo strato di argilla, che separa dalla superficie quello di ghiaia e sabbia in cui scorre l’acqua, assicura un’ottima protezione da inquinamento, tanto che l’acqua del sottosuolo è buona da un punto di vista microbiologico. La salinità, ovvero la quantità di sostanze disciolte (la cui presenza è dovuta esclusivamente alla naturale solubilizzazione di sali contenuti nelle rocce e nei minerali) è medio-alta. Per conservare le buone caratteristiche microbiologiche originali nella rete di distribuzione è aggiunto biossido di cloro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Lavoro

Spettacoli

Attualità