QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°20° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 ottobre 2019

Politica mercoledì 09 maggio 2018 ore 06:30

Ipogei etruschi, il centrodestra attacca

Lo stato di abbandono del sito archeologico diventa un caso politico. Dure critiche all'amministrazione da Roberto Salvini e Matteo Arcenni



TERRICCIOLA — Il sito archeologico degli ipogei etruschi, in stato di abbandono e non fruibile ai visitatori, è ormai tema di scontro politco anche a livello regionale. Dure critiche per la mancata valorizzazione del sito arrivano da Roberto Salvini, consigliere regionale della Lega, e da Matteo Arcenni, di Fratelli d'Italia - centrodestra Valdera.

“La Toscana - queste le parole del consigliere regionale Salvini - è un vero scrigno di bellezze artistiche, ma purtroppo, alcune di queste, sono abbandonate al loro triste destino. E’ il caso, ad esempio, di un vero e proprio tesoro etrusco (ubicato nel territorio di Terricciola) che, come ho potuto visionare personalmente, si trova in condizioni non particolarmente edificanti. Una storia che dura da anni e che, ad oggi, non fa intravedere nulla di buono all’orizzonte".

Il Comune, riferisce l'esonente leghista, "pare abbia dato segni di vita, quantomeno per preservare l’area ed evitare il libero accesso, cosa che, sembra, avvenisse con preoccupante regolarità. Insomma, nonostante il generoso apporto di una associazione è del tutto inaccettabile, ad esempio, quello che è avvenuto nello scorso fine settimana, quando, in modo improvvido, è stata inibita, nella giornata di domenica, la visita agli ipogei, suscitando il naturale disappunto delle centinaia di persone che volevano visitare la struttura. Insomma, la Lega s’impegna quotidianamente per valorizzare i territori e poi arrivano certi Sindaci ad intralciare il possibile sviluppo economico e la fondamentale promozione dei piccoli centri”.

Dello stesso tenore l'intervento di Matteo Arcenni, che si rivolge direttamente alla sindaca Maria Antonietta Fais. “Il Comune - queste le parole dell'esponente di FdI - ha un tesoro etrusco sotto alla sua sede e in due mandati la giunta Fais non è riuscita a valorizzarlo, malgrado le nostre ripetute proposte e denunce. Anzi, è finito nel degrado più totale, inaccessibile a chiunque. Turisti compresi, naturalmente. Fais dovrebbe chiedere scusa ai suoi elettori, per aver negato loro una palese occasione di sviluppo socio-economico e turistico. Pulire e custodire un museo già stato organizzato in passato, e instaurare una collaborazione con l’associazione intenzionata a prendersi in carico il museo, garantirebbe linfa per le strutture alberghiere, per le cantine, che amplierebbero il loro giro d’affari legato all’attività vitivinicola, e, in generale, per tutti gli operatori commerciali del paese e del territorio comunale. Ma Fais non ha fatto niente. Ha lasciato morire un patrimonio archeologico inestimabile. Un errore che va oltre l’arte, un danno per l’intero territorio. Amministrare vuol dire mantenere e cercare di sviluppare le potenzialità di un’area. Il sindaco di Terricciola ha distrutto”.



Tag

Berlusconi: «Non volevo, ma sarò in piazza Lega contro il carcere per gli evasori»

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Cronaca

Attualità