Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PONTEDERA12°24°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Istruttore morto, così Federico Baratto faceva lezioni di volo con il deltaplano

Attualità giovedì 08 febbraio 2018 ore 08:30

Il mondo confidi si confronta al Confires twelve

Lorenzo Gai e Gianluca Puccinelli

Convegno nazionale all'Hotel Baglioni coordinato da Puccinelli della Res Consulting di Pontedera con la guida scientifica di Lorenzo Gai



FIRENZE — “La metamorfosi del confidi: crisalide o farfalla?” è il titolo della dodicesima edizione di Confires che si terrà giovedì 22 e venerdì 23 febbraio al Grand Hotel Baglioni di Firenze, 

I confidi, ormai intermediari finanziari a tutti gli effetti, stanno faticosamente cambiando da enti mutualistici a protagonisti del credito e della finanza. È una metamorfosi complessa, faticosa, difficile, per la costante evoluzione delle normative, la crisi del mercato delle PMI, il mantenimento delle radici mutualistiche che, se da una parte costituiscono una ricchezza, dall’altra sono un freno alla crescita.

Il confidi si delinea come fulcro tra la crescente richiesta di credito del mondo imprenditoriale, le difficoltà del settore bancario, la distribuzione degli incentivi provenienti da fondi pubblici nazionali ed europei.

Di questa difficile alchimia, si parlerà al convegno, con la guida scientifica del Prof. Lorenzo Gai - professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari presso la Scuola di Economia e Management dell'Università degli Studi di Firenze - che aprirà i lavori con il quadro regolamentare del settore, per proseguire poi con finanziarie regionali e finanziamento pubblico ai confidi. 

Coordinerà poi i lavori, Gianluca Puccinelli, presidente della Res Consulting di Pontedera, con una serie di tavole rotonde sulle ispezioni di vigilanza, l’impatto delle authorities sull’attività dei confidi e le prospettive di crescita sia per i confidi più piccoli che quelli più grandi.

Concluderà i lavori delle giornate, il Prof. Gai, sulle prospettive e le opportunità di mercato dove dibatteranno i più importanti attori e stakeholder del comparto creditizio.

Molte le testimonianze presenti: le autorità, il MEF, MISE, le finanziarie regionali, le authorities: OAM, Garante Privacy, Banca d’Italia e poi Banche, Associazioni di categoria, CRIF, CERVED e tanti altri, per cercare opportunità e favorire lo sviluppo delle PMI.

"Organizziamo questo convegno, da ormai 12 anni – illustra Puccinelli – perché i confidi hanno bisogno di una “piazza” fisica ed anche virtuale, dove farsi vedere, comunicare la loro esistenza, affermare il loro lavoro, alla costante ed incessante ricerca di un percorso di sviluppo. Sono anni - prosegue Puccinelli – che i Confidi cercano un’adeguata redditività ed un riconoscimento preciso. I tempi sono maturi per poter fare questo salto di qualità, a condizione che i Confidi diventino “protagonisti di loro stessi” e, consapevoli del loro valore, portino innovazione e competenze per spingere le autorità di vigilanza ad ampliare la loro, altrimenti angusta, operatività."

Sono attesi pressoché tutti i Confidi italiani, grandi e piccoli, si parla di circa 300 soggetti tra banche, mediatori creditizi, società finanziarie.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scontro tra un'auto e una moto, una ragazza di 27 anni ha perso la vita. Sul posto il 118 e la municipale, il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Pietro Pasquale Tanda

Venerdì 07 Maggio 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Cronaca