comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:48 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 03 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino anti-covid, Ippolito: «Chi è stato positivo non dovrà farlo»

Attualità martedì 28 luglio 2020 ore 18:00

Covid, Fedez e altri vip contro Bocelli

Bocelli e Fedez
Bocelli e Fedez

Il tenore: "Non conosco nessuno finito in terapia intensiva". Il rapper: "Gli presento un amico, ha 18 anni e ha subito il trapianto dei polmoni"



MILANO — Non si placa la bufera social contro Andrea Bocelli, dopo le parole choc di ieri sul coronavirus, pronunciate al Senato della Repubblica, durante un incontro promosso da Vittorio Sgarbi sulla pandemia in corso, a cui ha partecipato anche il leader della Lega, Matteo Salvini. Il convegno intitolato “Covid-19 in Italia, tra informazione scienza e diritti” è stato subito ribattezzato come convegno "dei negazionisti".

A Bocelli, che aveva detto di non aver conosciuto nessuno che è finito in terapia intensiva e di aver violato le restrizioni sulla libertà di movimento hanno replicato diversi vip.

Il rapper Fedez ha scritto su Twitter: "Se non conoscete nessuno che sia stato in terapia intensiva e vi permettete di instillare il dubbio che la pandemia sia stata fantascienza vi presento un mio amico che causa Covid ha dovuto subire un trapianto di polmoni a 18 anni. Poi fare silenzio ogni tanto non fa male eh". Il cantante trentenne ha anche postato la foto con l'amico, ancora debilitato e che per spostarsi necessità della sedia a rotelle.

Fedez e l'amico di 18 anni

Fedez e l'amico di 18 anni

Il tweet di Fedez è stato rilanciato anche dal segretario del Pd, Nicola Zingaretti che ha commentato: "Continuiamo a seguire le regole per la sicurezza di tutti. Non disperdiamo i sacrifici che abbiamo fatto". Altre settemila persone hanno ritwittato il post con foto del rapper, 40mila utenti hanno messo mi piace.  

L'attore Alessandro Gassman ha sottolineato il numero dei decessi: "In Italia 35mila morti per Covid... Bocelli... rispetto".

Oltre ai vip ci sono stati migliaia di messaggi, post e commenti di persone comuni che hanno espresso il loro dissenso sul pensiero del tenore pisano. Bocelli, come riporta Il corriere della sera, ha detto di essere stato frainteso e di non essere negazionista, ma ottimista.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità