QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Attualità martedì 27 ottobre 2015 ore 09:30

Un uomo di 18 metri e la sua fantasia

Gli autori Staila e Bruchi: "Legge Don Chisciotte. Elogio alla lotta contro i mulini a vento". Cozzolino, Ponteverde: "Sistemate anche 50 panchine"



PONTEDERA — Una grande e partecipata festa di vicinato ha salutato un nuovo arrivo nel quartiere popolare di Fuori del Ponte. Il grande murales di 18 metri realizzato da Umberto Staila e Nico Bruchi di Elektro Domestik Force

Alle 17 di domenica 25 ottobre con un pubblico numeroso gli artisti sono scesi dai ponteggi e hanno apposto la firma finale ai piedi della parete nel parco giochi e alle panchine di piazza Kennedy. 

"Il soggetto - spiegano Staila e Bruchi - è un uomo adulto su una altalena, circondato da un paesaggio infantile, che legge ad alcuni personaggi della sua fantasia la storia di Don Chisciotte. Un elogio alla lotta contro i mulini a vento, una lotta per vivere i propri sogni e trasformarli in realtà. Ogni writer sa che i propri graffiti non sono per sempre. Il tempo, gli altri graffitisti, altre persone, prima o poi trasformeranno, ma nonostante questo, noi ci mettiamo comunque il cuore nel realizzare la nostra opera." 

Il murale rilancia e amplifica l'attività messa in campo dal Comune di Pontedera con la cooperativa Ponteverde (principale sponsor della giornata) nel Progetto Restituzione.

Daniele Cozzolino, responsabile delle attività sociali della cooperativa spiega: "L'intervento sulla parete di via Puccini è un modo per rilanciare e far conoscere l'attività messa in campo da giugno a Pontedera per coinvolgere in piccole attività di decoro urbano soggetti seguiti dai Servizi sociali. Abbiamo risistemato, levigandole e coprendole di coppale, 50 panchine. Un piccolo gesto con il quale quello che viene ricevuto come contributo dall'Amministrazione comunale viene restituito alla collettività. Un piccolo geco arancione presente sul murales richiama quello apposto sulle panchine circostanti". 

Marco Cecchi, assessore al sociale del Comune di Pontedera commenta: " In questa settimana abbiamo investito le nostre energie per "curare" un angolo di citta'. Il risultato finale non e' solo esteticamente ammirevole. Come sul murales, dove il "nonno" Wasbridge legge Don Chisciotte agli attenti fanta-esserini del parco, siamo riusciti a far scendere in piazza generazioni diverse: Auser e ballerini di breakdance, skaters imberbi e padri di famiglia, nonni e nipoti. Tutti insieme abbiamo allegramente "manifestato" per il rispetto del bene pubblico, per il bello, per l'importanza e il piacere di stare insieme. Un evento emozionante che, visto il successo, ripeteremo in primavera in altri quartieri popolari di Pontedera. E ancora più convinti, dopo i brutti episodi di vandalismo che hanno coinvolto la nostra città. All'inciviltà di pochi si risponde con l'impegno, la cura e la vigilanza quotidiana di tutti gli altri cittadini".

PONTEDERA: Realizzazione di un graffito - di Sergio Colombini


Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica