QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 16 dicembre 2019

Cultura martedì 22 luglio 2014 ore 13:50

​Una notte alla scoperta dei nomi delle stelle

Venerdì 25 luglio a Montecastello l’astronomia incontra l’archeologia. Astrofili e Gruppo Tectiana raccontano l’antica storia del cielo



PONTEDERA — Indietro nel tempo, guardando il cielo, fino ai tempi in cui le stelle non avevano nome. Per una notte, a Montecastello, si fondono astronomia e archeologia e si torna all’antichità dei primi popoli che studiarono il cielo. Si svolgerà venerdì 25 luglio alle 21,30 all’agriturismo Val di Lama l’evento organizzato dal Gruppo Archeologico Tectiana e dall’associazione Astrofili Alta Valdera, inserito appunto nel calendario regionale delle Notti dell’Archeologia.

La serata, presentata in municipio a Pontedera dagli organizzatori e dal consigliere comunale di Montecastello Mattia Belli, si dividerà in due parti: una più storica e l’altra più scientifica. “Con un esperto del nostro gruppo – ha spiegato Rosaria Stelli di Tectiana – si potrà compiere un viaggio a ritroso nell’astronomia antica, passando dai babilonesi agli egizi, per approfondire in particolare tre costellazioni visibili in questo periodo: Ercole, l’Aquila e il Cigno. Poi – ha aggiunto – seguirà una spiegazione più scientifica sugli antichi strumenti utilizzati e su come la volta stellata si presentava in passato”.

Un ritorno alle origini, dunque, a quando le stelle non avevano un nome. “Ciò non significa che non erano conosciute – ha però precisato Riccardo Bonsignori – ma solo che non esisteva la scrittura. Quando, infatti, l’uomo comincia a utilizzare la parola scritta inizia non solo la sua storia ma anche quella delle stelle”.

Appuntamento quindi a venerdì 25 luglio all’agriturismo Val di Lama, il cui proprietario Renzo Signorini si è detto entusiasta di ospitare l’iniziativa: “Sarà l’occasione – ha commentato – per valorizzare Montecastello e per far conoscere attraverso storia e cultura il nostro territorio”. 

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata



Tag

Cosa vedeva Santori dal palco e le proposte delle sardine

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Sport

Cronaca