QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 19 novembre 2019

Politica mercoledì 22 maggio 2013 ore 14:50

Una proposta per salvare chi ha meno di 5mila abitanti



In Valdera la legge interesserà vari comuni dell'Unione

Valdera – Peccioli, Terricciola, Palaia, Lajatico, Chianni. Sono cinque i comuni della Valdera che contano meno di 5mila abitanti e che saranno interessati dal disegno di legge, ora alla Camera dei Deputati, sulla valorizzazione dei piccoli comuni. Il testo è stato sottoscritto da oltre 70 parlamentari appartenenti a gruppi diversi e si pone come obiettivo la promozione e il sostegno dello sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale dei centri minori. Lo scopo della proposta parlamentare è garantire l’equilibrio demografico favorendo la residenza in queste realtà e contrastandone lo spopolamento, nonché la valorizzazione del patrimonio naturale, rurale, storico-culturale e architettonico. La proposta di legge firmata dai deputati Ermete Realacci e Enrico Borghi, favorisce anche l’adozione di misure a favore dei cittadini residenti nei piccoli comuni e delle attività produttive locali. Tra le misure previste vi sono la promozione della cablatura della fibra ottica e della banda larga, la tutela della presenza di servizi indispensabili come quelli della sanità, dei trasporti, dell'istruzione, dei servizi postali e bancari, fino agli interventi per il recupero dei centri storici e la tutela del patrimonio ambientale. I Comuni avranno la possibilità di promuovere i prodotti tipici locali, indicandoli nella cartellonistica stradale e potranno snellire le procedure di cessione di beni immobiliari del demanio a favore di attività e organizzazioni no profit. Grazie all'istituzione di un registro nazionale dei serbatoi di legname, i municipi potranno certificare la gestione sostenibile delle foreste, dei suoli agricoli e delle attività di rimboschimento, anche in vista del raggiungimento degli obiettivi del protocollo di Kyoto. La legge ha già impegnato il Parlamento nelle passate legislature, ma nonostante l’approvazione a larghissima maggioranza alla Camera, si è poi arenata al Senato. Ora il suo iter parlamentare riparte e si attende che il testo sia approvato da entrambe le Camere per poi diventare vigente, dopo la ratifica del Presidente della Repubblica. Per celebrare questa piccola grande Italia, domenica 2 giugno tornerà in centinaia di borghi di tutto il Paese Voler Bene all’Italia, la festa nazionale dei piccoli comuni promossa da Legambiente, che quest’anno festeggia la decima edizione.


Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca