QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°30° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 16 luglio 2019

Attualità venerdì 22 maggio 2015 ore 14:10

Due km di Vespa: il super graffito di Ozmo

L'artista pisano rivela: "Ho fatto questa proposta al Comune e alla Piaggio". L'idea: centinaia di modelli disegnati lungo il muro delle officine



PONTEDERA — Un graffito lungo tutte le officine della Piaggio, centinaia di Vespa, tutti i modelli per raccontare, attraverso la Street art la storia di un territorio.

E' il progetto che l'artista Ozmo ha anticipato questa mattina a margine della presentazione della mostra Appunti visivi di ragazzi oltre il muro, organizzata dal Comune di Pontedera insieme alla Fondazione Piaggio, al Centro sete sois e al liceo XXV Aprile. I giovani hanno dipinto insieme a Ozmo un muro del Centro sete sois sete luas, una decina di metri in tutto.

Ozmo ha spiegato alla stampa l'idea del super graffito sui muri esterni della Piaggio: “Ho fatto questo progetto e l'ho proposto al Comune – ha rivelato Ozmo, all'anagrafe Gionata Gesi, 40 anni writer di fama internazionale, nato a Pontedera e cresciuto tra Lari e Pisa – per adesso dobbiamo verificare se sarà possibile farlo: devono essere d'accordo il Comune e la Piaggio”.

Un progetto ambizioso (i muri delle officine sono più di un chilometro e mezzo) e che, se verrà realizzato, richiederà diverso tempo: “Credo che per dipingere tutti i modelli di Vespa, saranno centinaia, ci vorranno un paio di mesi. Potrebbe essere l'occasione per coinvolgere nella realizzazione di questo enorme graffito anche i ragazzi che hanno partecipato ai laboratori didattici del liceo”.

In attesa che il progetto murales Vespa venga valutato Ozmo ne spiega l'importanza: “A Pontedera nonostante tutto, non si è mai approfondito il discorso Vespa, questo enorme dipinto sarebbe uno fra i più grandi del mondo. Vogliamo bombardare di Vespa il viale Rinaldo Piaggio”.

Intanto l'assessore alla cultura del Comune di Pontedera Liviana Canovai parla di un graffito di Ozmo che verrà realizzato sicuramente, la prossima settimana: “Gionata dipingerà un muro di fronte alla biblioteca Gronchi. Tutto questo è un bellissimo esempio di un percorso collettivo di formazione e cultura tra Comune, scuola e Fondazione Piaggio”. Il graffito alla biblioteca Gronchi verrà inaugurato sabato 6 giugno.

Durante la conferenza stampa della mostra Street art con Ozmo. Appunti visivi di ragazzi oltre il muro ha parlato anche Mattia Pagni, uno degli studenti capofila nei progetti dei laboratori didattici, interessante il suo intervento, come ha fatto notare anche il sindaco Simone Millozzi, che ha parlato poco dopo: "Una delle tante domande che ci facciamo al liceo – ha detto Pagni - è perché studiare arte, se non si fa arte? Il laboratorio risponde a questa domanda, abbiamo familiarizzato con bombolette spray, e street art. Il laboratorio alimenta la nostra voglia di arte".

I laboratori didattici del liceo XXV vanno avanti da undici anni, come ha sottolineato Millozzi: “Grazie Ozmo per aver accettato l'invito. Con Ozmo c'eravamo visti in tempi non sospetti insieme all'ingegner Fantozzi. Insieme a Ozmo volevamo lasciare un'opera in città fatta da un'artista di fama internazionale proveniente da Pontedera e dalla Valdera. Questi laboratori d'arte sono una scommessa vinta, visto che siamo all'undicesima edizione. Il mio grazie a degli insegnanti illuminati (tra cui Anna Ferretti, ndr). È bene avere una scuola che prova a innovare, a sperimentare. Oggi la nostra città è un piccolo museo a cielo aperto”.

Il presidente della Fondazione Piaggio Riccardo Costagliola ha invece fatto notare che: “Queste iniziative della Fondazione organizzate insieme al Comune e alla scuola ci vengono invidiate in tutta Italia. Mi fa piacere vedere giovani nell'auditorium del Museo Piaggio”.

La mostra Street art con Ozmo. Appunti visivi di ragazzi oltre il muro verrà inaugurata oggi venerdì 22 maggio alle 18, nel Museo Piaggio.

Per saperne di più e vedere le opere di Ozmo  si può cercare la voce che gli dedica Wikipedia, oppure la sua pagina Facebook o anche il sito personale www.ozmo.it

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Spettacoli

Attualità

Attualità