Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:50 METEO:PONTEDERA13°17°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Kobe Bryant nella Hall of Fame, la moglie Vanessa commossa: «Amore, sei tra i migliori di sempre»

Politica mercoledì 04 marzo 2015 ore 18:43

"Uscita dall'Unione costerà di più alla gente"

Un'altra voce contraria alla scelta dell'Amministrazione Parrella. E' quella del segretario provinciale del Pd Francesco Nocchi



PISA — L'uscita di Santa Maria a Monte dall'Unione Valdera costerà di più al Comune e ai cittadini” anche il segretario provinciale del Pd Francesco Nocchi interviene sull'abbandono della giunta Parrella dall'Unione, resa ufficiale ieri: “La sindaco Parrella paga le cambiali elettorali alla destra che è ideologicamente contraria all'Unione da sempre. Quella compiuta a Santa Maria a Monte è una scelta fuori dal tempo voluta più per ragioni di tenuta della maggioranza che oggi governa quel Comune che per reali motivazioni di politica amministrativa e di visione strategica del proprio ruolo all’interno di un territorio più vasto dei confini del singolo comune”.

Secondo Nocchi la decisione della giunta di Santa Maria a Monte è stata presa per una ragione precisa: “Risulta difficile infatti comprendere una decisione di questo tipo, se non spiegandola con la necessità di tenere insieme una maggioranza assai eterogenea; tale scelta fa in modo che Santa Maria a Monte, uscendo dall'Unione, abdichi a qualsiasi ruolo nel governo di importanti politiche, per loro natura sovracomunali, come la programmazione della rete scolastica o il trasporto pubblico o ancora lo sviluppo economico. Si sceglie di uscire, ma poi di convenzionarsi con l'Unione: convenzioni che costeranno più di oggi al Comune ed ai cittadini, perché si accede agli stessi servizi ad un costo maggiore rispetto a quello sostenuto da chi resta dentro all'Unione. Il fatto stesso che la giunta di Santa Maria a Monte proponga di ricorrere alle convenzioni con l'Unione per determinati servizi da una parte sottolinea come non sia possibile per un comune stare da solo al giorno d’oggi, dall’altro evidenzia come le ragioni dell’uscita di Santa Maria a Monte siano legate a valutazioni che nulla hanno a che vedere con l’efficienza e l’efficacia dei servizi”.

Il segretario provinciale crede che solo unita la Valdera possa avere un ruolo decisivo: “Non convince neppure la suggestione di un ritorno al passato della Valdera divisa in due, e non solo perché tutti gli atti normativi della Regione Toscana, quale ad esempio la proposta di legge sul riordino delle funzioni delle provincie, è indicata in modo univoco la zona-distretto sociosanitario come cellula cardine del sistema di riordino degli enti locali della Toscana, ma anche perché solo insieme la Valdera può giocare da protagonista le partite più strategiche per lo sviluppo del proprio territorio che sempre di più si determinano in una dimensione di area vasta”.

Nocchi conclude ricordando l'importante lavoro di valutazione fatto dal suo partito: “Il Pd ha promosso una seria discussione sull’Unione e sul suo livello di efficacia e di efficienza in modo da analizzare seriamente i costi e produrre quelle economie di scala sempre più necessarie per poter continuare a garantire i servizi ai nostri cittadini, anche per analizzare fino in fondo qual è il livello ottimale nella gestione di un singolo servizio. Discussione che dovrà tracciare la strategia per il governo di questo territorio garantendo pari opportunità a tutti i cittadini della Valdera e pari dignità a tutti gli enti che ne fanno parte sostenendo i comuni più piccoli, ad oggi obbligati a una gestione associata di tutte le proprie funzioni, in questo difficile percorso di ripensamento di se stessi e del proprio ruolo. In un quadro che coniughi l’autonomia del singolo ente con l’univocità di un disegno di sviluppo complessivo dell’area”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto, a causa di un improvviso malore, un uomo pecciolese di 60 anni, molto conosciuto. Stamani si svolgeranno i funerali
DOMANI AVVENNE
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Pietro Colacchio

Giovedì 13 Maggio 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità