Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:PONTEDERA12°23°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Attualità venerdì 03 novembre 2023 ore 15:35

Inizia conta dei danni anche per gli agricoltori

Foto di repertorio

Cia Etruria: “I problemi più gravi si sono concentrati da Rosignano alla zona della Valdera. Critica la situazione a Pontedera e Collesalvetti”



PROVINCIA DI LIVORNO — L’intensa ondata di maltempo generata dal ciclone Ciaran ha inevitabilmente causato danni anche all’agricoltura. I problemi più gravi si sono concentrati da Rosignano alla zona della Valdera. Critica la situazione a Pontedera e Collesalvetti, dove due torrenti hanno invaso terreni seminativi. Tuttavia, molti produttori dovranno farsi carico di risistemare i terreni e le coperture delle loro serre o dei tetti a seguito del fortissimo vento e le intense piogge delle ultime ore. Un disagio sia economico che morale imputabile si cambiamenti climatici ma anche allo spopolamento di campagne e colline su cui da tempo Cia ha lanciato l’allarme.

“Se i terreni vengono abbandonati perché non c’è reddito e gli agricoltori decidono di migrare altrove - ha spiegato Mauro Cavallini, direttore Cia Etruria - è ancora più facile che la pioggia torrenziale scivoli a valle investendo tutto quello che trova non essendo frenata dai terreni coltivati. Terreni che, per quanto non possano assorbire gli oltre 100 millilitri di acqua caduti in pochissimo tempo, indubbiamente limiterebbero i danni. E probabilmente non saremmo costretti ad affrontare il ripetersi di queste situazioni drammatiche”.

A questo annoso problema si aggiunge il fatto che i fossi e i letti dei fiumi spesso non vengono adeguatamente ripuliti, motivo per cui straripano con facilità.

“Come se non bastasse - ha concluso Cavallini- chi ancora non ha ultimato la raccolta delle olive ha chiuso nel peggiore dei modi un’annata già molto difficile”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno