comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°27° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 24 settembre 2020
Giani
863.595
 
48.62%
Ceccardi
718.625
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Venezia, la guida speciale che non mostra ai turisti i monumenti ma gli effetti dell'acqua alta

Cultura sabato 23 marzo 2013 ore 15:15

A Pontedera gli studenti incontrano i grandi nomi della moda italiana



Al Museo Piaggio il convegno “Le professioni della moda”, l’iniziativa per i ragazzi ideata da Istituto Modartech e Fondazione Piaggio PONTEDERA - Sono quasi 330 mila le aziende di moda in tutta Italia, ma niente in confronto alle migliaia di ragazzi che sognano di lavorare nel settore. Per dare spazio ai giovani e alle loro domande è stato promosso al Museo Piaggio di Pontedera il convegno “Le professioni della moda”, organizzato da Fondazione Museo Piaggio e dall’Istituto Modartech di Pontedera, ed al quale hanno partecipato oltre 200 ragazzi. L’iniziativa si è svolta alla presenza di esponenti del mondo della moda: Edoardo de Giorgio, direttore della comunicazione della maison Gattinoni, Stefano Dominella, amministratore delegato di Gattinoni e membro del comitato tecnico scientifico di Istituto Modartech, Emanuela Cavalca Altan, giornalista scrittrice e esperta di formazione moda e design, Carmen Alampi, insegnante di fashion design e Cinzia Malvini, giornalista e conduttrice del programma televisivo Moda su La7. “Per lavorare nella moda ci vuole passione – ha commentato la giornalista Cinzia Malvini– ma anche curiosità, umiltà e fisico di ferro perché fare questo lavoro è molto faticoso”. Durante il convegno sono stati inoltre presentati i giovani stilisti Italo Marseglia e Tiziano Guardini, due promosse della moda Gattinoni. “Questi due ragazzi sono l’esempio lampante che ce la si può fare – ha dichiarato Dominella – basta avere carisma e talento”. L’amministratore Gattinoni ha poi continuato: “Questo è un lavoro per giovani, ma è necessario formarsi e informarsi perché la moda sta man mano tornando nella direzione dell’artigianalità, nel saper fare manifatturiero, simbolo del Made in Italy”. Alla fine dell’incontro sono state presentate le tre borse di studio dal valore di 8500 euro, a copertura totale della retta di alcuni corsi di Istituto Modartech. Per aggiudicarsi la borsa di studio i ragazzi dovranno partecipare ad un contest creativo, presentando un capo ispirato alla moda trasformabile o un progetto di comunicazione integrata.


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità