QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°30° 
Domani 16°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 20 giugno 2019

Politica sabato 12 aprile 2014 ore 19:00

A ​#Controvento decollano gli areoplanini delle idee

La comunicazione politica e digitale all’iniziativa promossa dal consigliere regionale Paolo Tognocchi



FIRENZE — Nell’era della crisi economica e finanziaria i partiti hanno perso credibilità e valori, e i leader cercano solo il consenso personale degli elettori tralasciando lo spirito di squadra. Su questi concetti si è svolta questa mattina a Firenze, in Fortezza da Basso l’iniziativa #Controvento: il decollo delle idee, promossa dal consigliere regionale Paolo Tognocchi e alla quale hanno aderito diversi parlamentari tra cui la vicecapogruppo Pd alla Camera Paola De Micheli, il senatore Francesco Russo e il consigliere regionale Marco Barbieri.

“Abbiamo promosso quest’iniziativa – ha detto Tognocchi – perché in questo clima di populismo antieuropeo è forte l’esigenza di innovazione e di nuove idee. Oggi, siamo qui per farle decollare insieme a professionisti e tecnici della comunicazione politica”.

Tre gli interventi principali della manifestazione, la comunicazione politica ai tempi dei social network con il vicedirettore di Repubblica Massimo Giannini che ha parlato di quanto la comunicazione si sia evoluta negli ultimi anni, ma anche di come possa intravedersi una continuità in questo campo fra Renzi e Berlusconi: “La novità del nostro presidente – ha detto Giannini – oltre alla spinta verso la rottamazione, è questo populismo dolce che ci propina. E, nel momento in cui hai un populista a sinistra, anche il clima che respiri alimenta il conformismo. I media si stanno abituando a questo nuovo conformismo, e questo è un male: tocca per prima alla politica arginare il conformismo, poi il compito passa alla comunicazione”.

Mauro Calise, docente di scienza politica all’Università Federico II di Napoli si è invece occupato del tema della leadership: “Oggi questo è un argomento principale e funziona se si riesce a creare un’istituzione forte su cui innescare la leadership – ha spiegato – l’esito, per Renzi, sarà quello di puntare al partito personale, la sua strategia principale non è sull’organizzazione interna. La partita oggi è in stand-by e perciò si cerca di massimizzare il consenso. Se fallisce, questo avrà effetti devastanti sul partito, e siamo arrivati a questo perché nessuno ha formato una classe dirigente proponendocene una fragilissima”.

Infine c’è stato un confronto sulle riforme istituzionali con la docente di diritto all’Università di Torino Ilaria Massa Pinto che ha detto: “Non c’è la consapevolezza né tra la gente comune, né tra gli stessi riformatori costituzionali, ho molte riserve sulle proposte di riforme costituzionali in campo. Si lotta tanto per la riconquista del ruolo della politica, ma che significato ha oggi lottare per questo, quando la stragrande maggioranza dei temi la decidono tutti i giudici. Il problema è difendere la decisione politica contro l’emergenza di un ipergiurisdizionalismo”.

A conclusione degli interventi è stato poi presentato un nuovo portale web www.communitynews.it ideato per catalizzare nuove forme di partecipazione, formare opinioni e fare proposte. 

Servizio Video


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Imprese & Professioni

Politica

Politica