QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 settembre 2019

Cronaca martedì 26 maggio 2015 ore 13:00

Aggressione alla barista incinta, fermato un uomo

La donna rapinata a colpi di bastone avrebbe riconosciuto l'autore del drammatico episodio. Si tratta di un 49enne residente a Pontedera



PONTEDERA — Un uomo di 49 anni, di origini tunisine, con regolare permesso di soggiorno, residente a Pontedera ma con un domicilio in città. Sarebbe questa la persona fermata dalla polizia come presunto aggressore della barista incinta rapinata a colpi di bastone nel locale in via Turati a Pisa, nella prima mattina dello scorso 27 aprile.

Il malvivente era entrato da solo nel bar e aveva iniziato dapprima a minacciare la donna al settimo mese di gravidanza e poi a picchiarla con un bastone per derubarla del denaro in contanti. L'uomo era poi riuscito a scappare in sella a una bici verso il centro della città.

Dopo giorni di ricerche e indagini da parte degli agenti di polizia, nel pomeriggio di ieri, passeggiando nella zona della stazione, proprio la barista ha riconosciuto in quel 49enne a piedi l'autore dell'aggressione.

Immediato l'intervento di una squadra volante che ha bloccato e identificato l'uomo, già all’interno di una lista di potenziali autori ottenuta attraverso uno screening antropometrico da una speciale banca dati in dotazione alla polizia scientifica e agli uffici investigativi.

Il presunto autore, con numerosi precedenti per reati predatori e violenti, è stato accompagnato in Questura, dove nel corso di una perquisizione, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.

A fronte delle dichiarazioni rese dalla barista e delle indagini, per l'uomo sono scattate le manette e il provvedimento del fermo di indiziato di delitto.

Il presunto aggressore è stato quindi trasferito presso alla casa circondariale Don Bosco, dove si trova tuttora in attesa del provvedimento di convalida.

I margini dell’attività investigativa restano comunque aperti, al fine di acquisire ulteriori dettagli che contribuiranno a perimetrare definitivamente il grave fatto di reato.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica