QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°31° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 agosto 2019

Attualità lunedì 11 agosto 2014 ore 15:50

​Arno in salute sul tratto pisano

Secondo il monitoraggio estivo dell’Arpat, nessuna anomalia sullo stato delle acque del fiume



PROVINCIA DI PISA — Check-up ambientale superato per l’Arno. A sostenerlo è l’Arpat, l’agenzia regionale per la protezione dell'ambiente che, come ogni estate, effettua un costante monitoraggio sullo stato di salute delle acque del fiume, dalla sorgente fino alla foce, attraverso alcune centraline installate lungo il corso.

Le postazioni, situate a Buonriposo nell’aretino, Nave di Rosano e Fucecchio in provincia di Firenze e infine a Calcinaia nel tratto pisano, hanno dei sensori in grado di registrare continuamente ossigeno disciolto, temperatura, conducibilità, pH e potenziale redox delle acque.

Stando ai valori registrati dal 2007 al 2013 e utilizzando come indici statistici il 75° e 95°

percentile, Arpat ha valutato che per ogni controllo a cadenza settimanale, nei tratti a monte, concentrazioni di ossigeno minori di 4,51 milligrammi per litro sono da considerarsi stressanti. Nel tratto di pianura (Rosano), concentrazioni di ossigeno minori di 4,4 milligrammi per litro sono da considerarsi stressanti, nel tratto a valle sono pericolose le concentrazioni inferiori a 1,8 e in prossimità di Calcinaia ancora più a valle lo sono quelle inferiori a 1,5 milligrammi per litro.

Gli ultimi dati raccolti da Arpat rileverebbero un buono stato di salute delle acque dell’Arno. Alla centralina di Buonriposo, il primo agosto scorso è stato effettuato il sopralluogo che ha evidenziato valori chimico-fisici e di portata nella norma, coerenti con il periodo, non sono state rilevate formazioni algali. Nello stesso periodo, nella stazione Rosano non sono stati rilevati elementi di criticità, ma solo una maggiore torbidità dell’acqua probabilmente dovuta alle recenti piogge. Al 30 luglio, a Fucecchio i valori di ossigeno e di temperatura registrati erano consueti per il tratto in esame, il fiume si presentava in piena per ultime piogge ma all’ispezione visiva non sono state rilevate particolari anomalie. A Calcinaia, nella settimana corrente non è stato fatto il sopralluogo, ma al 16 luglio i valori di ossigeno e la temperatura sono risultati regolari.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca