Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:50 METEO:PONTEDERA20°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 12 agosto 2022

— il Blog di

Autointervista

di - domenica 01 maggio 2022 ore 07:30

Siccome nessun giornale o canale tivvù mi ha chiesto un’intervista ho pensato d’intervistarmi da me medesimo. Come si suole dire: io mi domando e dico.

Così mi rendo giustizia dell’indifferenza dei media e allo stesso tempo non ho l’inconveniente del microfono sotto il naso o evito di subire un crudele primo piano.

Se l’Italia fosse invasa da una superpotenza, lei (per l’occasione mi do del lei) sceglierebbe di lottare per l’indipendenza e il mantenimento dei governanti attuali, legittimi e liberamente eletti, rischiando la morte, un familiare ucciso, di restare ferito, di esporre a odiose violenze persone care, o invece preferirebbe soccombere dandosi per vinto?
“Preferirei sottomettermi senza combattere.”

Se lei fosse chiamato come giornalista in una tivvù nazionale o in un prestigioso quotidiano (magari alla direzione) ma ciò comportasse un’autocensura o uno scontato e naturale allinearsi alla politica editoriale del proprietario della testata, lei accetterebbe questo compromesso?
“È ovvio che accetterei di buon grado questa insignificante cortesia e direi doverosa dimostrazione di gratitudine. Anzi la vera e raffinata intelligenza consiste nell’anticipare le aspettative del “padrone” esprimendo pensieri e messaggi desiderati così da essere chiamati per un incarico, ricevere una rubrica o avere uno spazio tra le notizie del Tg. Che poi è normale: per ottenere la parte in un film, ad esempio, dovrai pur risultare simpatico al regista o entrare nelle grazie del produttore… per diventare un attore famoso non mi sembra poi un gran sacrificio…”

Se dovesse dichiarare di amare alla follia una donna pur di convincerla a concedersi, lei lo farebbe?
“Non farei nessuno sforzo ad amarla davvero con tutto me stesso, fin tanto che durerebbe l’infatuazione.”

Se lei subisse un torto e avesse bisogno di rivolgersi a un avvocato col rischio di pagare una parcella superiore alla riparazione del danno, che cosa farebbe?
“Non faccio questioni di principio, perciò, ritengo sia pur sempre meno peggio un solo guaio rispetto a due.”

Se durante una discussione tra lei e sua moglie dovesse accorgersi che ha ragione lei, intendo sua moglie, perdoni il bisticcio determinato dall’uso del lei, sarebbe disposto ad ammetterlo?
“Mah, francamente non so, non mi è mai capitato (nonostante le incomprensioni non siano infrequenti). Ma poi su torto e ragione si può sorvolare: non valgono il quieto vivere.”

Dalle sue risposte sembra di poter desumere una qualche eccessiva prudenza da parte sua. Non è che sia troppo timoroso o un po’ pavido? Che insomma non sia un cuor di leone?
“No, sono proprio un vigliacco e un pusillanime, però ora scusatemi: devo andare a prepararmi una tazza di camomilla.”


L'articolo di ieri più letto
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore tra area del capoluogo, Cuoio, Valdera e zona di Volterra. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità