Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:PONTEDERA21°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 11 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Donna premier e di destra, la «missione impossibile» di Meloni: i due messaggi forti e il rischio passi falsi

Attualità mercoledì 08 aprile 2015 ore 15:30

Biglietto al Museo Piaggio, parla Casati

Marcello Casati

Per l’ex sindacalista Uilm ora dei pensionati, la struttura ha finalità diverse dai normali musei. "Meglio pensare a come tenere più aperta la fabbrica"



PONTEDERA — "Ritengo che il Museo Piaggio abbia una finalità diversa dagli abituali musei dell’arte o di altra natura. Non a caso fu scelto di inserirlo nelle vecchie officine dove i lavoratori hanno fatto tanti sacrifici, spalando anche la melma durante l’alluvione che colpì duramente l’Azienda. Questo, a mio avviso, è il biglietto d’ingresso già pagato per il Museo". Così Marcello Casati, per tanti anni figura di primo piano del sindacato dei metalmeccanici della Uil e ora rappresentante dei pensionati all’interno della stessa organizzazione di categoria in ambito provinciale, si è espresso in merito alla polemica intrapresa dal Movimento 5 Stelle sul pagamento di un biglietto d’ingresso al Museo Piaggio per poterlo tenere aperto durante le festività, con una secca risposta da parte del vicesindaco Angela Pirri che ha invece difeso la ferma scelta dell'amministrazione di lasciare l'ingresso alla struttura libero e gratuito.

"Personalmente - ha spiegato Casati - ho condiviso questa scelta sin dall’inizio, perché la volontà di chi ha voluto questo museo dei prodotti Piaggio, ai quali successivamente si sono aggiunte altre case quali Gilera e Guzzi, fu quello di lasciare una chiara testimonianza a Pontedera dei prodotti Piaggio costruiti nello stabilimento toscano: la mitica Vespa, la gamma dei ciclomotori, l’Ape, compreso l’aereo e la littorina".

Secondo il sindacalista, quello della Piaggio è quindi un museo particolare e ha poco senso perdersi in polemiche del genere per le aperture straordinarie. "Sarebbe sicuramente più utile per tutti e in particolare per le famiglie della Valdera - ha aggiunto Casati - confrontarsi e discutere su possibili soluzioni per far rimanere aperta la fabbrica nei giorni feriali, e non chiusa per lunghi periodi per mancanza di lavoro. Confronto non facile da affrontarsi a Pontedera, ma essenziale per il futuro".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' stata chiusa al traffico l'area dove nel primo pomeriggio un incendio è divampato a bordo strada aggredendo anche le piante ad alto fusto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Sport