QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°21° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 24 aprile 2019

Attualità venerdì 19 settembre 2014 ore 08:00

Biogas e turismo, scontro tra M5S e Comune

Presentata la richiesta per l'installazione a San Donato di una centralina di rilevamento. Gli altri punti di frizione: le tariffe e i rifiuti



SANTA MARIA A MONTE — È scontro aperto tra il Movimento 5 Stelle e la giunta Parrella. I temi caldi sono: gli incarichi legali, il turismo, i rifiuti, il bilancio comunale e il biogas.

E a proposito di quest’ultimo punto, il M5S ha presentato proprio ieri, all’ufficio protocollo del Comune di piazza della Vittoria, la petizione popolare per la richiesta di installazione di una centralina di rilevamento delle polveri sottili (pm10), nella zona antistante all’impianto Biogas di San Donato.

E a integrazione della petizione – si sottolinea in una nota - abbiamo allegato una relazione che evidenzia le motivazioni di tale richiesta. Ricordiamo che il sindaco è tenuto a iscrivere la proposta di deliberazione o l’argomento all’ordine del giorno del consiglio comunale o della giunta municipale entro 40 giorni dalla data di presentazione della petizione”.

Ed ecco la replica del sindaco. Con una premessa. “Apprendiamo con piacere del risveglio del M5S con Callaioli che si ricorda improvvisamente di Santa Maria a Monte. Vogliamo ricordargli che questa amministrazione, gli aveva riservato 2 posti in 2 diverse commissioni per permettergli di poter partecipare al confronto e alle scelte politiche. Callaioli in un primo momento accettò, ma subito dopo, per dissidi interni, i due componenti furono ritirati. Ricordiamo a Callaioli che le commissioni sono il luogo naturale e democratico per il confronto tra chi, nel rispetto di posizioni e idee diverse, vuol proporre davvero qualcosa. Restarne fuori e limitarsi a gridare contro non è costruttivo: serve ad avere visibilità ma non certo a migliorare il nostro paese”.

“Per quanto riguarda il biogas, Callaioli prima critica questa amministrazione perché ha speso soldi in incarichi legali di esperti in materia di salute e sicurezza e poi ci accusa di non fare niente – dice Ilaria Parrella –. È evidente la contraddizione: non è vero che non abbiamo fatto niente. Abbiamo fatto quello che avevamo annunciato in campagna elettorale: tutelare, anche legalmente, la salute e la sicurezza di tutti i nostri cittadini, perché il biogas non è un problema solo di San Donato. Saremmo lieti di confrontarci con chiunque faccia proposte serie”.

“Per il turismo – aggiunge Parrella – si nega l'evidenza: l'aumento delle presenze su Santa Maria a Monte, il numero crescente delle visite al nuovo Museo Civico Beata Diana Giuntini sono dati oggettivi. Sminuire la Sagra della Patata, il Palio dei Ciui e derubricare la festa in onore della Beata, Patrona del nostro Comune, semplicemente con festa delle ceste floreali dimostra che chi scrive non conosce Santa Maria a Monte, le sue tradizioni, la sua storia, la realtà del suo associazionismo e quanto lavoro viene fatto dai volontari per valorizzare il territorio. Questa amministrazione riconosce il valore delle celebrazioni come punto di forza della nostra comunità tanto da avere dedicato alla Beata il nuovo museo che tanto successo sta riscuotendo”.

“Chiediamo infine noi ai Cinque Stelle – conclude il sindaco – dov'erano quando questo Comune ha introdotto la raccolta differenziata su tutto il territorio? Dov’erano quando abbiamo diminuito la tassa sulla spazzatura? Dov’erano quando abbiamo deciso l'applicazione della Tasi al 2 per mille (fino alle rendite di 1.000 euro) con le detrazioni per le fasce deboli? Dov’erano quando questa amministrazione ha introdotto gli aiuti e i voucher per i disoccupati?”



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Lavoro