Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA10°13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Spettacoli lunedì 04 dicembre 2023 ore 09:40

Il ragazzo che scelse gli alberi debutta a teatro

L'associazione Bubamara Teatro porta in scena un nuovo spettacolo scritto e diretto da Paola Marcone. E' un omaggio a "Il barone rampante"



BUTI — Il ragazzo che scelse gli alberi, la nuova produzione di Bubamara Teatro debutta al teatro Vittoria di Buti con un doppio spettacolo in programma per mercoledì 6 e giovedì 7 Dicembre alle 10 e dedicato ad un pubblico di giovanissimi studenti dagli 8 ai 13 anni.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Paola Marcone, spiegano gli organizzatori, parla di "un ragazzo che disobbedisce per poter diventare sé stesso, un omaggio a Il barone rampante di Italo Calvino".

La rappresentazione vedrà sul palco un solo attore, Cesare Galli, impegnato in un monologo fortemente segnato dal tema della scelta, dell’identità, della solitudine. Ad accompagnarlo la musica dal vivo a cura di Samantha Serafini.

Il Ragazzo che scelse gli alberi è dedicato, si legge in una nota "A tutti quelli che lucidamente disobbediscono e rischiano di non essere creduti per le loro scelte e all'ambientalista Julia Hill, la ragazza farfalla: celebre per essere stata 738 giorni su di una sequoia in California per impedirne l'abbattimento". La regista e sceneggiatrice Paola Marcone lo definisce "Un progetto di osservazione dall'alto".

“Sentiamo la necessità di abbracciare con uno sguardo nuovo, sinceramente equilibrato, umilmente pentito, quanto ancora rimane di naturale intorno a noi, convinti che il mondo, in qualche modo, si salverà dalle ferite che gli abbiamo inferto, noi – continua Paola Marcone - invece no. Se c'è una possibilità di recupero dal nostro incredibile auto-sabotaggio, è proprio nel cancellare la logica dell'Uomo che domina il pianeta. Ai ragazzi dobbiamo e vogliamo chiedere di essere nostri complici nel guardare fuori, oltre le case che ci proteggono e ci rinchiudono, per poter scoprire la poesia che scaturisce da un albero, da un fiore, da un cielo. Giochiamo a raccontare una storia estrema, per tentare una risalita verso l’alto, là dove tutto è più chiaro e più semplice."

La rappresentazione è realizzata con l'Associazione Teatro Buti, Residenza Artistica della Toscana, ed  è inserita all'interno della Stagione Ragazzi Una Modesta proposta del Teatro Comunale di Buti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

GIALLO Mazzola