comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°30° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Attualità domenica 21 maggio 2017 ore 06:30

La staffetta in ricordo di Falcone e Borsellino

Nel 25esimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio si è svolta la corsa "Il sole che verrà" partita da Pisa e arrivata a Pontedera



CALCINAIA — A 25 anni di distanza dalle stragi di Capaci e via d’Amelio che hanno ucciso due simboli della lotta alla mafia come i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, è stata organizzata un’iniziativa dal titolo Il sole che verrà.

La manifestazione è stata caratterizzata da una staffetta approntata dal Comitato Uisp di Pisa in collaborazione con il Comitato Uisp di Pontedera che è partita alle 13.15 di venerdì da Pisa e che ha raggiunto alle 18 della solita giornata il Comune di Pontedera facendo tappa anche a San Giuliano Terme, Calci, Vicopisano, Calcinaia e Bientina.

Ad aspettare i circa 40 ciclisti e podisti in piazza Indipendenza a Calcinaia è stato l’assessore alla sicurezza del Comune di Calcinaia, Giuseppe Mannucci.

Nel dare il benvenuto ai partecipanti a questa staffetta Mannucci ha voluto ricordare in questo modo le figure di Falcone e Borsellino: “Questa manifestazione – ha esordito Mannucci - si chiama “Il sole che verrà” e, dopo la profonda notte che il nostro paese ha attraversato nel 1992 con l’assassinio a distanza di pochi mesi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, dobbiamo ancora nutrire la speranza che l’Italia ce la farà e riuscirà ad estirpare il cancro della mafia e ad affermare un comune senso di legalità. Il giornalista calabrese Corrado Alvaro affermò che “la disperazione peggiore per una società è credere che vivere onestamente sia inutile”. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino hanno perso la vita per cercare quella verità che dimostrasse a noi tutti che sono invece legalità ed integrità che alla fine prevalgono. Per cui correte e, idealmente corriamo, per affermare questi principi e questi valori che devono essere cari a noi tutti”.

Dopo i saluti istituzionali, la staffetta ha poi raggiunto Pontedera, luogo in cui l’iniziativa si è conclusa. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità