comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°30° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 settembre 2020
corriere tv
M5S, il ritorno di Di Battista: «Votare turandosi il naso? La cabina elettorale non è un cesso pubblico»

Cronaca venerdì 14 agosto 2020 ore 10:18

Vandali in piazza, danneggiata un'opera

L'opera danneggiata
L'opera danneggiata

Il fatto è avvenuto di notte in piazza Noves, spazio intitolato alla cittadina della Provenza con cui il Comune calcinaiolo è gemellato



CALCINAIA — Due notti fa a Calcinaia, in piazza Noves dedicata alla cittadina della Provenza con la quale da anni il Comune è gemellato, si è verificato l’ennesimo danneggiamento ad una scultura già vandalizzata più volte e sempre ripristinata dagli operai dell’Ufficio tecnico del Comune.

Sono in corso delle indagini, anche sfruttando eventuali riprese di telecamere di sorveglianza, per trovare i responsabili di questo atto vandalico.

"Questo nuovo scempio - hanno commentato dal municipio - oltre a denotare una grave e riprovevole mancanza di senso civico e di rispetto verso la “cosa” pubblica, denota anche e soprattutto una profonda ignoranza perché sicuramente chi ha compiuto un tale atto non conosce il significato di quell’opera, realizzata da Michel Pozzetto, cittadino francese di Paluds de Noves (Provenza) ma di origine italiana".

"In questa scultura, con la quale il paese di Noves offre a Calcinaia questi attrezzi simbolici, vestiti da contadini, utilizzati per sfamare le nostre famiglie Michel ha inteso raccontare una storia umana e sociale per rendere omaggio agli emigrati toscani, in particolare quelli di Calcinaia, che, partiti nel secolo scorso per motivi economici o politici, hanno trovato rifugio in quella terra straniera, così povera che all’epoca non li ha accolti volentieri, ma che oggi i loro discendenti, pur ricordando con nostalgia l’origine toscana, non lascerebbero mai perché lì hanno trovato lavoro, si sono costruiti una vita decente e, ancora più importante, perché lì hanno ritrovato la loro dignità. E questo ancora oggi può insegnarci qualcosa".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità