QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°20° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 ottobre 2019

Elezioni mercoledì 15 maggio 2019 ore 12:14

"Prc non mi sostiene? Elettori sono importanti"

Cecchini replica a Rifondazione: "Sono stati parte integrante e attiva di questa giunta, con deleghe importanti come scuola e cultura"



CAPANNOLI — La sindaca di Capannoli, Arianna Cecchini, candidata al secondo mandato, è intervenuta per replicare all'intervento di ieri del Partito di Rifondazione comunista di Capannoli.

"Il partito di Rifondazione non mi sostiene? L'importante è che lo facciano gli elettori di sinistra.

Leggo che Rifondazione Comunista di Capannoli ha sentito il dovere politico e morale di esternare pubblicamente che non sostiene la mia lista "lasciando libertà di scelta" ai propri elettori. Se non fosse che gli elettori, per fortuna e da sempre, sono sempre liberi di scegliere chi votare a prescindere dalle indicazioni dei dirigenti dei partiti, accoglierei con particolare piacere questa presa di posizone pubblica.

Agli elettori di Rifondazione di Capannoli e Santo Pietro Belvedere non servirà affaticare troppo la memoria per ricordare che quel Partito che oggi concede loro addirittura la libertà di scegliere il futuro Sindaco è stato parte integrante ed attiva della Giunta Comunale che in questi cinque anni ha governato il Comune con deleghe importanti come la scuola e la cultura.

Ancora oggi, ad esser precisi, Rifondazione governa assieme a me il nostro comune fino al 26 maggio. Proprio per questo mi sento di poter chiedere nuovamente il voto e la fiducia anche agli elettori di rifondazione comunista perché quel che abbiamo fatto finora, e quel che abbiamo in programma di fare in assoluta continuità, è permeato proprio di quei valori di sinistra che quel partito ha certificato di condividere convintamente in questi 5 anni di governo assieme.

Sarei viceversa davvero sorpresa, e delusa, di aver collaborato con un partito che giudica di sinistra o meno una azione di governo esclusivamente in base al fatto che abbia un assessore seduto al tavolo della Giunta.

Per quanto mi riguarda, continuerò a lavorare come il sindaco di tutti ma all'interno di quei valori di sinistra condivisi con tutti i candidati della mia lista: essere al servizio della collettività, tutelare gli interessi pubblici, contrastare le disuguaglianze, garantire pari opportunità, mantenere alto il livello della protezione sociale e non lasciare mai nessuno indietro e da solo".



Tag

Berlusconi: «Non volevo, ma sarò in piazza Lega contro il carcere per gli evasori»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità