Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:PONTEDERA13°25°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Commesso eroe salva la collega dal rapinatore con la pistola puntata

Sport giovedì 16 maggio 2024 ore 18:30

GP Città della Ciliegia, un albo d'oro d'alta classe

La quinta edizione della corsa organizzata dalla Juventus Lari e promossa da Ecofor è pronta alla partenza: saranno 34 le squadre pronte a sfidarsi



CASCIANA TERME-LARI — Sabato 18 maggio, per la famosa Sagra delle Ciliegie, si terrà il 5° Gran Premio Lari Città della Ciliegia, valevole anche per il 45° Trofeo in memoria di Alvaro Bacci, stimato Sindaco di Lari.

La gara pisana non ha una lunga tradizione, ma può già vantare un'eccellente reputazione tra gli appassionati e gli addetti ai lavori, tanto che per le caratteristiche del percorso è ritenuta un ottimo banco prova in prospettiva del Giro d’Italia Under 23, in programma quest’anno dal 9 al 16 Giugno.

Del resto, l’albo d’oro della corsa larigiana contiene nomi prestigiosi: corridori poi passati al professionismo con buoni risultati, come Davide Bais e Giovanni Aleotti, primo e secondo classificato nel 2019, Stefano Gandin e Nicolò Buratti, vincitori rispettivamente nel 2021 e nel 2022.

La competizione, organizzata dalla Juventus Lari dell’infaticabile presidente Antonio Giuntini e di Mauro Sardelli, con Ecofor Service nel ruolo di main sponsor e il patrocinio e il contributo del Comune di Casciana Terme-Lari, ha richiamato in Toscana 204 corridori in rappresentanza di 34 squadre, le migliori Elite ed Under23.

A Lari arriveranno tra gli altri gli elvetici del Velo Club Mendrisio Immoprogramm e la squadra messicana con sede a San Marino della AR Monex Pro Cycling guidata da Peteris Ugrjumov, negli anni Novanta del secolo scorso già vincitore di tappe al Giro d’Italia ed al Tour de France. In particolare, al Tour del 1994 Ugrjumov riuscì a vincere due tappe consecutive, battendo Marco Pantani in salita e Miguel Indurain a cronometro, e concludendo il Tour al secondo posto, dietro allo stesso Indurain.

Sulla linea di partenza di Lari sarà presente anche la PC Baix Ebre, formazione spagnola che però schiera atleti russi. Uno di loro, Viktor Bugaenko, pochi giorni fa ha vinto a braccia alzate l’edizione 80 della Vicenza-Bionde, gara conclusasi in mezzo a mille polemiche dovute non alla vittoria del corridore russo ma al fatto che poi alla premiazione è stato suonato l’inno nazionale russo. Bugaenko, per il momento, non si è iscritto al Gran Premio larigiano, ma i suoi connazionali russi che sabato pedaleranno sulle strade della Valdera sono competitivi e hanno sicuramente nelle gambe la possibilità di vincere.

In tale ipotesi, nella certezza che a Lari non si ripeterà l’incidente diplomatico, vale la pena di evidenziare lo spirito che anima il mondo del ciclismo, fatto di pace e di rispetto per gli altri, ben spiegato anche nel saluto ai partecipanti redatto dagli organizzatori della Juventus Lari. "Amiamo questo sport perché ci insegna a raccogliere le sfide, a lottare, a superare le difficoltà, a solidarizzare - si legge - la competizione leale, la gara, la sofferenza, la fatica dei partecipanti ci devono inviare un messaggio di speranza, ci devono far guardare al futuro con serenità, ci devono far recuperare l’entusiasmo che sembra oramai dimenticato. Il ciclismo ci insegna a lottare e soffrire, ci invita a pedalare più forte verso nuovi traguardi più ambiti, riscoprendo valori che spesso si dimenticano".

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oggi, a Bientina e Ponsacco, i funerali dei due amici che hanno perso la vita nell'incidente all'aviosuperficie. Avevano 41 e 59 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità