QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°16° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 19 ottobre 2019

Attualità lunedì 14 dicembre 2015 ore 11:00

Impiegato pubblico scortese, scatta l'esposto

Chiesto un provvedimento disciplinare a carico di una dipendente del Centro per l’impiego di Pontedera, per comportamento illecito e irriguardoso.



CASCIANA TERME LARI — Una cittadina del comune di Casciana Terme Lari ha ritenuto scorretto il comportamento tenuto nei propri confronti da parte di una impiegata dell'ufficio pubblico ed ha presentato un esposto a Marco Filippeschi, il Presidente della Provincia di Pisa ente dal quale dipendono i Centri per l'impiego

Questo il racconto dei fatti:

"Lunedì 23 novembre 2015, ho accompagnato una amica straniera al Centro per l’impiego di Pontedera, per informazioni sul lavoro di badante. Erano le 11.40 circa, ed una dipendente allo sportello, gentilissima, ci ha consigliato di chiedere informazioni ad una sua collega. L'impiegata non era in ufficio, l'abbiamo aspettata fino alle 12.25, poi sapendo che l'orario di ricevimento chiude alle 12.30, abbiamo chiesto notizie alle altre impiegate. Una di loro l'ha chiamata al telefono dicendole che c'era gente ad attenderla. 

E' arrivata circa 20-25 minuti dopo, quasi alle 13.

Io e la mia amica siamo entrate nell’ufficio, ed io mi sono seduta nell’unica sedia disponibile. L'impiegata mi ha fatto subito capire, in malo modo, che le informazioni in nostro possesso erano sbagliate. In contemporanea, rivolgendosi a me ad alta voce e con modi sgarbati mi ha detto …. lei si alzi dalla sedia e faccia sedere la sua amica che è l’oggetto del contendere… (testuali parole) ed ancora … Anzi esca dall’ufficio… e tutto questo alzandosi dalla sedia e venendo verso di me con la mano alzata.

… E’ inaudito, ho detto con appena un filo di voce, essere buttata fuori in questo modo da un ufficio pubblico… e l’impiegata, sempre urlando e sempre più arrabbiata, ha aggiunto: … lei è una maleducata, non sa cosa è un ufficio pubblico…

E questo mentre, avevo già aperto la porta per uscire e tutti coloro che erano fuori potevano chiaramente ascoltare. Senza alzare la voce, e a porta aperta, ho risposto … lo so cos’è un ufficio pubblico perché ci ho lavorato 41 anni… Al che l’impiegata, sempre ad alta voce, e alla presenza abbastanza imbarazzata di tutti i presenti, compresi gli impiegati allo sportello, zitti e muti, ha aggiunto… allora vuol dire che non ci ha capito niente… Mentre le gambe mi tremavano e il magone sullo stomaco dal disagio mi aumentava, ho aspettato nel corridoio.

Di questo - prosegue il racconto della signora di Casciana Terme Lari - ho scritto al Presidente della provincia Filippeschi, da cui dipendono i Centri per l’impiego, pregandolo di leggere la mia nota e rispondermi. Sono stata infatti poco dopo contattata dalla Segreteria del Capo gabinetto del Presidente, poi dal Capo Gabinetto, e poi ho avuto un colloquio con il responsabile del Centro per l’impiego di Pontedera. Tutti si sono dimostrati gentili e mi hanno ascoltato. Dopodiché ho chiesto un provvedimento disciplinare alla dipendente per comportamento gratuito, irrispettoso e inaudito nei miei confronti"

“Ora  – conclude la cittadina – mi rivolgo a voi perché pubblichiate questo racconto, che potrebbe anche continuare, ma che per il momento mi fermo qui. Tengo però ad evidenziare che è molto meglio che la signora del Centro Impiego di Pontedera si sia imbattuta in una persona come me, perché se avessi supinamente taciuto e tornando zitta e buona a casa, oppure mi fossi messa a sparlare, come molti fanno, dei dipendenti pubblici in generale, sarebbe stata un’ingiustizia nei confronti di tutti quelli che dietro le scrivanie, anziché arroganza, mostrano disponibilità e gentilezza”.

Lettera firmata



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Politica

Imprese & Professioni