QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Spettacoli martedì 15 ottobre 2019 ore 15:50

Mathias Weber, dalla Germania a Sant'Ermo

Mathias Weber

Mathias Weber, il pianista di fama internazionale ha lasciato da due anni la Germania per venire a vivere nelle campagne di Sant’Ermo



CASCIANA TERME LARI — E‘ davvero lungo, lunghissimo il curriculum professionale ed artistico di Mathias Weber per essere riportato integralmente, ma anche un estratto non può che entusiasmare e far impallidire gli amanti di quel genere musicale.

Nato a Gottinga, dopo una prima educazione musicale, a soli otto anni Mathias fece la sua prima esibizione davanti al pubblico a Oldenburgo con preludi e fughe di Johann Sebastian Bach.

Si è trasferito nelle campagne di Sant’Ermo circa due anni fa, in un vecchio casale di contadini che Weber ha trasformato in propria abitazione. Nella vecchia aia, ancora contornata da altissimi cipressi, un pratino con poltrone e tavolini e al piano terra, nella vecchia stalla trasformata in cantina, il pianista ha fatto nascere uno splendido salone con pavimenti in legno e mura in mattoni adatta per i concerti.

Quest’anno sono stati due i concerti offerti gratuitamente ai propri concittadini: Il primo il 17 maggio e il secondo il 19 luglio 2019 con musiche di Beethoven e Liszt.

Mathias Weber è stato titolare di una borsa di studio della Studienstiftung des Deutschen Volkes e della selezione federale - concerti di giovani artisti, e tra i premi a lui assegnati, quelli che rappresentano la competizione ARD e la competizione internazionale a Roma, nonche` il gran premio fratelli Busch Prize.

Innumerevoli concerti hanno portato Mathias Weber in diversi paesi del mondo, non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti (Carnagie Hall) e in Asia orientale (Cina, Giappone, Corea).

L’artista può vantare patner importantissimi, la Filarmonica di Wind Ensemble Berlino, altre importanti orchestre tedesche ed europee, ed è stato ospite di varii festivals internazionali.

Ha insegnato per molti anni presso l‘Orchestra Academy e partecipato ai festivals musicali nello Schlewig-Holstein.

Altre sue stazioni pedagociche includono l’Universita` di Musica e l‘ Accademia del Conservatorio di Amburgo, in quest‘ ultimo Mathias Weber ha riscosso continuamente fino ad oggi un enorme successo sia nel settore solista“ che nel settore „musica da camera“.

Mathias Weber è direttore di diversi reparti di strumenti musicali a tasti presso il conservatorio di Amburgo, e suoi studenti sono attivi in tutto il mondo e possono fare riferimento a numerosi premi internazionali, master class e concerti in Europa in Asia Orientale (Cina, Corea e Giappone) completano questo quadro.

Weber e`anche molto noto come redattore e autore di saggi di teoria musicale. La sua speciale versione del Piano Quintet per pianoforte e orchestra d‘ archi di Brahms e`gia`stata rappresentata piu`volte dalla Deutsche Kammerakademie di Neuss.

Alcuni anni fa Mathias Weber ha ritrovato nell‘Erad pianoforte a coda del diciannovesimo secolo il noto suono perduto di quel tempo. Questo pianoforte puo`essere descritto come il precursore del moderno pianoforte a coda il cui suono ci trasporta nell‘ autentica atmosfera del mondo della musica e rende soddisfazione ai compositori del diciannovesimo secolo e alle loro opere.

Offre diversi seminari di musica da camera e master class con i suoi pianoforti Erard risalenti al 1840, 1847, 1857 e 1858, e si esibisce ripetutamente ai suoi pianoforti a coda Erard all‘ Elbphilarmonie di Amburgo e al Festival Erard di Amburgo di cui ha assunto la direzione artistica insieme a sua moglie Stephanie.

Molto elegante e anche molto cordiale Mathias Weber insieme a sua moglie Stephanie hanno aperto la loro casa agli ospiti che hanno voluto ascoltare musica di un certo spessore, ed hanno concluso con uno spuntino davvero da gentiluomini: pane, pomodoro e mozzarella, il bianco, il rosso ed il verde dell’Italia.

Mathias non parla italiano, e Stephanie lo sta studiando. Entrambi sono molto contenti della loro scelta di vivere nelle campagne toscane.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica