QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°16° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Cronaca sabato 08 giugno 2019 ore 10:59

Morto il direttore che rilanciò le terme

Poggi e Trifoglio in una foto di inizi anni 2000
Poggi e Trifoglio in una foto di inizi anni 2000

Lutto in provincia di Pisa e nel livornese per la scomparsa del dottor Trifoglio. L'ex sindaco Poggi: "Con lui sette anni di bilanci positivi"



CASCIANA TERME LARI — La notizia è stata resa nota ieri dall'Asl Toscana nord ovest che ha espresso il proprio cordoglio per la morte del dottor Maurizio Trifoglio.

Trifoglio fino al 2010 aveva ricoperto il ruolo di responsabile della Zona Elba per la allora USL 6 Livorno prima di passare alla Azienda sanitaria di Grosseto. Era stato anche, dal 1998 al 2005, alla guida delle Terme di Casciana.

Era nato a Cecina il 14 ottobre del 1951 (68 anni), è stato a lungo dirigente dell'ufficio igiene e prevenzione ed era da pochi mesi in pensione: "Ai figli e alla moglie Maria Grazia giungano le condoglianze da parte della direzione aziendale e di tutti i colleghi che hanno avuto modo di apprezzarne le doti umane e professionali" hanno aggiunto da Asl in una nota.

L'ex sindaco di Casciana Terme Lari, Dino Poggi, ci ha inviato il suo ricordo degli anni di lavoro trascorsi insieme a Trifoglio e del valore che per lui ha avuto come persona: "Il dottor Trifoglio era una persona onesta e tenace - ha esordito Poggi - e siamo addolorati per la sua improvvisa scomparsa. Sappiamo come aveva preso con il massimo impegno il mandato degli azionisti, Comune di Casciana Terme con il 51 per cento e Regione Toscana per rilanciare le terme di Casciana facendo parlare i risultati. Nell’arco di sette anni, dal 98 al 2005, alla guida dell’azienda, ha chiuso tutti i bilanci in positivo, migliorato il fatturato ed i livelli occupazionali, realizzato importanti investimenti; dalla piscina termale all’aperto, al recupero palazzo storico e la riapertura del Gran Caffè, alla riorganizzazione del reparto di riabilitazione, al festival del benessere".

"Inoltre i benefici di quei risultati in termini economici, e promozionali sono stati per Casciana e l’intero territorio. Ricordiamo anche la sua costante, quasi ossessiva attenzione per il livello ed il buon funzionamento della falda termale.

"Certo le circostanze in cui ha operato erano diverse anche in termini di disponibilità delle risorse. Ma lui era uno che faceva la differenza con la sua passione le sue intuizioni e un innegabile spirito di servizio dimostrando con i fatti che una buona azienda la fa prima di tutto un buon manager. Come di lui è stato detto, qualche difetto ma tanti pregi; umiltà simpatia, determinazione. Per questo, come cascianesi, in questo momento di dolore gli dobbiamo un doveroso grazie" ha concluso Poggi.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca