QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 gennaio 2020

Attualità sabato 23 novembre 2019 ore 13:30

Scuola Cardelli, il Comune spiega la situazione

Circa la situazione degli edifici scolastici, le questioni da noi sollevate "sono certamente importanti ma decisamente inesatte e vanno precisate"



CASCIANA TERME LARI — Ieri abbiamo scritto delle infiltrazioni di acqua alla scuola Cardelli. Oggi l'amministrazione comunale di Casciana Terme Lari intende fare alcune precisazioni, ricostruendo l'intera vicenda.

"Innanzitutto - si legge nel comunicato del Comune - attualmente nella scuola T. Cardelli non sono chiusi né aule né bagni. Le prime infiltrazioni sono state segnalate giovedì 31 ottobre nel corridoio e in un’aula della scuola elementare. Il primo giorno utile ovvero lunedì 4 novembre i tecnici hanno provveduto a fare sopralluoghi e verifiche per poi dare il via ai lavori. L’aula è rimasta chiusa per soli 4 giorni, il tempo necessario affinché le condizioni meteo consentissero di realizzare un ponteggio e salire sul tetto per provvedere alla riparazione. Gli alunni dell’aula interessata dai lavori non hanno perso un giorno di scuola, in quanto sono stati trasferiti in un’aula adiacente.

Sempre con gli stessi sopralluoghi, effettuati sulle travi di tutto il tetto dell’edificio scolastico, i tecnici (due Ingegneri e un Architetto) hanno escluso qualsivoglia rischio per l’incolumità degli alunni. Diversamente la scuola sarebbe stata chiusa.

Successivamente, in data venerdì 15 novembre, si è verificata un’altra infiltrazione che ha coinvolto i locali dei bagni dei ragazzi e, anche in quel caso, i tecnici del Comune hanno effettuato il sopralluogo e predisposto la realizzazione dei lavori che si sono svolti la mattina successiva, sabato 16 novembre.

Altre piccole infiltrazioni si sono verificate giovedì 21 novembre e, anche queste, immediatamente prese in carico.

Non è quindi vero che non è stato adottato nessun provvedimento.

In merito alla palestra della scuola di T. Cardelli non ci sono state né infiltrazioni né parziali allagamenti, anche grazie al fatto che, nel mese di ottobre, nella palestra sono stati effettuati dei lavori di riparazione del tetto per far fronte a delle problematiche emerse in fase di controllo e pulizia periodica delle gronde e dei pluviali.

Più in generale, le infiltrazioni sono dovute al vento che sposta le tegole e, in pochi casi, a tegole rotte per vetustà. Va ribadito ulteriormente non c'è mai stato e non c'è pericolo per la sicurezza di chi frequenta l’edificio. La breve chiusura dell'aula è stata predisposta proprio per eccesso di zelo, dovuto quando si parla di scuole, per consentire le verifiche dei tecnici.

Venendo alla nuova scuola in costruzione va anche qui precisato che non ci sono state sostanziali modifiche al quadro economico. Le pochissime variazioni effettuate sono dovute, non certo alla revisione di prezzi come l’articolo lascia intendere, ma all’aver colto le opportunità di migliorare alcuni aspetti di questa importante opera che tipicamente si presentano nel corso dei lavori, specie in quelli di questa entità.

Le lavorazioni esterne residue, in un cantiere, in particolar modo di queste dimensioni, anche se non meno importanti, sono da svolgersi nella parte terminale dell’appalto, quella appunto in cui stiamo entrando. Dovrebbe essere evidente a chiunque che le forti piogge cadute nel mese di ottobre e in particolar modo in quello di novembre, non hanno permesso l’avvio di tali operazioni, rallentando le lavorazioni già iniziate di copertura del tetto, di rivestimento delle facciate e installazione degli infissi esterni. E’ di tutta evidenza che fino a quando non si ristabiliranno le condizioni meteo non è possibile procedere alla sistemazione esterna.



Tag

Sardine, Santori: «Ci hanno detto che non potevamo fare una manifestazione»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport