Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA21°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Politica domenica 02 maggio 2021 ore 11:11

Un Primo Maggio in bici da Lari alla Grillaia

Iniziativa dell'associazione La Rossa di Lari, che ha trovato l'adesione dei comitati ambientalisti locali No Keu, Gruppo Zero e Stop Grillaia



CHIANNI — Un Primo Maggio di celebrazioni e rivendicazioni quello organizzato dall'associazione La Rossa di Lari, una biciclettata che ha toccato tanti luoghi simbolici, partita da Lari e arrivata alla discarica della Grillaia a Chianni, dove si è svolto un presidio, condiviso da alcuni movimenti della sinistra anticapitalista e dai comitati ambientalisti locali No Keu, Gruppo Zero e Stop Grillaia.

"Si è ribadito il no alla riapertura della discarica di Chianni - hanno ricordato i promotori del presidio -, permesso da una delibera della giunta Toscana e quindi al conferimento di 270000 mc di cemento-amianto trasportati per anni da camion in questi territori, confidando nel buon esito del ricorso al Tar. Ma si e' anche voluto rimarcare che lavoro e ambiente non sono in conflitto ma entrambi, come del resto scuola, salute, sanità, sono beni comuni che lo Stato e le istituzioni devono difendere e non autorizzarne la svendita". 

"E' inaccettabile - hanno aggiunto da La Rossa - che si agevoli il profitto di pochi senza scrupoli a scapito della qualità della vita di tanti che reclamano solamente l'accesso ad una vita dignitosa e sostenibile. Peggio ancora se chi lo fa tradisce i propri ideali, le proprie origini e gli interessi di chi dovrebbe tutelare e difendere".

L'iniziativa si è poi conclusa ancora a Lari, con i canti del coro Anpi di Rosignano e il ricordo dei caduti sul lavoro, "una piaga inaccettabile e purtroppo ancora in crescita a causa della mancanza di politiche a tutela adeguate".

Il tutto si è svolto nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid, "dimostrando che anche in tempi di emergenza sanitaria è possibile creare momenti di convivialità in sicurezza, divertirsi, senza smettere di far sentire la propria voce a difesa di cause giuste".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ancora numeri a due cifre sui nuovi casi di positività in Valdera. Sono 31 in provincia di Pisa e 361 in tutta la regione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Alvaro Montesi

Sabato 24 Luglio 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità