QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°24° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 23 ottobre 2019

Attualità mercoledì 18 marzo 2015 ore 16:25

"Mercato negativo, ma l'occupazione ha tenuto"

Piaggio: è il commento del presidente Colaninno dopo l'incontro con i sindacati. Fiom, Fim e Uilm: nuovi mercati e accordo di programma per la Valdera



PONTEDERA — Incontro alla Piaggio tra il presidente Roberto Colaninno e i rappresentanti dei sindacati Fiom, Fim e Uilm.

"Crediamo che sia necessario un accordo di programma per la Valdera per tenere insieme di fronte al perdurare della crisi un sistema: la grande industria ma anche le piccole e medie imprese dell'indotto", ha detto Massimo Braccini, segretario regionale toscano della Fiom Cgil, al termine dell'incontro.

Colaninno ha invece ribadito ai sindacati che "pur in presenza di un mercato continentale che nel suo complesso si è dimezzato, Piaggio ha saputo mantenere sostanzialmente invariati i livelli occupazionali: nel 2008 a Pontedera lavoravano 3.100 persone tra operai, impiegati e dirigenti e a fine 2014 il totale è di 3mila".

"In Europa - ha aggiunto - siamo passati da 4.600 dipendenti in totale a 4mila con un calo causato dalla chiusura dello stabilimento spagnolo del marchio Derbi, la cui produzione è stata integralmente trasferita in Italia, nello stabilimento Aprilia di Noale".

E per l'immediato futuro i piani del gruppo Piaggio puntano al mantenimento della quota di mercato (il gruppo è stabilmente leader con una quota del 16 per cento complessivo e del 25 per cento nel segmento scooter), al consolidamento della presenza in India con i nuovi veicoli commerciali a tre ruote e con lo scooter Vespa e a una forte penetrazione sui mercati del Sud Est asiatico grazie agli stabilimenti vietnamiti.

“Durante la crisi la produzione italiana di Piaggio si è quasi dimezzata: in particolare nello storico stabilimento di Pontedera si è passati da quasi 250mila veicoli nel 2009 a meno di 140mila nel 2014, e purtroppo il 2015 non sta offrendo nessun segnale di controtendenza. Occorre quindi impegnarsi tutti insieme per aprirsi a nuovi mercati", ha detto Gianluca Ficco, coordinatore nazionale del settore due ruote della Uilm.

Per Ferdinando Uliano, segretario generale di Fim Cisl, "è indispensabile allargare i mercati ma anche migliorare la qualità dei prodotti per sviluppare una sempre maggiore competitività e vigileremo proprio su questi aspetti visto che l'azienda ci ha detto che la realizzazione dei motori e delle meccaniche d'ora in poi sarà fatta all'interno del gruppo".

Nel piazzale antistante la direzione, Luigi Tecce ha esposto nuovamente il cartello di protesta contro la situazione dei lavoratori part time che non hanno garanzie di stipendio intero. E' intervenuta la polizia ma senza nessun incidente, mentre il lungo colloqui fra sindacati e presidente Colaninno è stato definito "sereno".



Tag

Show del leghista Ciocca al Parlamento Ue: lancia scatola di cioccolato turco alla presidenza

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Sport

Lavoro