QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°29° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 25 agosto 2019

Lavoro mercoledì 21 maggio 2014 ore 18:35

​Confronto a quattro per Confcommercio

I candidati sindaco, escluso quello di Rifondazione, hanno dibattuto su alcuni temi posti dall’associazione di categoria



PONTEDERA — Rilancio del commercio, sosta di cortesia, gazebo, imposta sulla pubblicità, tassa di soggiorno, tasse locali, autodromo. Questi i temi proposti da Confcommercio sui quali si sono confrontati nel pomeriggio di oggi (mercoledì 21 maggio) i candidati sindaco di Pontedera che domenica prossima si sfideranno alle urne per le elezioni amministrative.

Il dibattito, che si è svolto nella sala incontri della sede in via Sacco e Vanzetti ed è stato moderato dall'addetto stampa di Confcommercio Pisa Alessio Giovarruscio, ha visto la partecipazione del candidato del centrosinistra Simone Millozzi, quello del centrodestra Domenico Pandolfi, del Movimento5Stelle Andrea Paolucci e Alessandro Puccinelli candidato della Lista Civica Indipendente. Assente invece, Gian Luca Baccini, il candidato di Rifondazione Comunista. Al dibattito in sala erano presenti anche il presidente di Confcommercio Pisa Gimmy Scatassa e il referente per la Valdera Sandro Cini.

Partendo dalla considerazione che il centro di Pontedera sta pian piano perdendo una parte significativa di negozi storici, Confcommercio ha interrogato i quattro aspiranti primi cittadini sulle proposte e iniziative che, se eletto, ognuno di loro pensa di mettere in campo per rilanciare il tessuto commerciale della città. Posizioni e idee ovviamente contrastanti, oltre che sull’imposta di pubblicità e sulla tassa di soggiorno, sono arrivate soprattutto in merito alle tasse locali.

Per Paolucci il fisco, a livello locale e nazionale, è assurdo e fuori scala. Per Pandolfi sarebbe essenziale mantenere al minimo le aliquote e racimolare risorse dagli utili delle aziende compartecipate dal Comune e con quelle aiutare le fasce più deboli. Millozzi, sindaco uscente, ha denunciato una situazione che negli ultimi mesi ha reso i sindaci esattori per conto dello Stato, visto che delle imposte applicate la maggior percentuale non toccava nemmeno le casse comunali. In merito alla Tasi, il sindaco ha rimarcato la decisione della giunta di non applicarla a tutto ciò che equiparabile a prima casa. Per Puccinelli infine, occorre analizzare bene i dati tenendo presente la massima che chi più ha, più contribuisca.

Altra questione che ha generato due fronti contrapposti è stata anche il progetto dell’autodromo a Pardossi. Millozzi e Pandolfi accaniti sostenitori perché, a loro parere, l’investimento milionario porterà risorse su tutto il territorio e Puccinelli e Paolucci contrari soprattutto per il modo in cui il progetto si è sviluppato ed è stato proposto alla comunità.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Attualità