QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°33° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 20 luglio 2019

Politica sabato 23 maggio 2015 ore 11:00

"Delibera strana, ma qual è il futuro dell'Unione"

Dopo le riflessioni di Macelloni che aveva messo in dubbio l'utilità del provvedimento Puccinelli allarga la questione



PONTEDERA — Ma qual è il vero ruolo dell'Unione?”. Il pomo della discordia è la delibera salva-dipendenti, approvata poche settimane fa dai sindaci dell'Unione Valdera (e raccontata dal nostro giornale il 9 maggio), con otto voti favorevoli, uno contrario (Macelloni) e un astenuto (Tarrini). Ma adesso il discorso si allarga con la domanda che pone Alessandro Puccinelli.

Dopo le riflessioni di Macelloni che ha definito “di dubbia efficienza” la delibera è di nuovo la volta di Puccinelli, Consigliere comunale a Pontedera e rappresentante della lista civica indipendente, che si interroga sul futuro dell'ente che ha la propria sede in via Brigate partigiane.

Puccinelli aveva già espresso i suoi dubbi sulla delibera e sull'Unione, adesso dice: “Nel prendere atto della nota di risposta sulla delibera relativa al personale dell'Unione, possiamo solo verificare che la nostra critica è fondata. A parte che non abbiamo mai criticato il costo del personale di cui conosciamo i vincoli in riduzione, quando si parla di farsi carico di reinternalizzare i dipendenti si presuppone che vi sia stata, precedentemente, una esternalizzazione da parte dei comuni, cosa che per quelli assunti direttamente dall'Unione non sarebbe avvenuto. Che i dipendenti tornino al comune di appartenenza in caso di recesso del comune stesso o di scioglimento è cosa chiara e sancita direttamente nello Statuto dell'Unione. Per gli altri dipendenti l'interpretazione della nota non ci pare coerente, in quanto, se la legislazione regionale includesse realmente anche questi ultimi... che bisogno ci sarebbe di riportarlo in una delibera di giunta?”.

Secondo Puccinelli è strano che si debba fare una delibera per qualcosa che è già tutelato: “Appare invero piuttosto curioso che si faccia una delibera per ribadire che si rispetterà la legislazione vigente, nel caso sarebbe bastato semplicemente evidenziare ciò per rassicurare il personale. Anche per noi è importante che una buona amministrazione persegua una politica di efficienza dei servizi, di contenimento della spesa e di salvaguardia dei diritti dei lavoratori. Sui primi due punti vorremmo, appunto, che ci fosse un serio chiarimento su come l'Unione sta proseguendo il cammino visto che i dubbi non sono solo della minoranza ma anche di vari sindaci della maggioranza. Sulla salvaguardia dei diritti dei lavoratori, che ci sta parimenti a cuore, vorremmo però che si evitassero certi atti che troviamo quanto meno incoerenti, un'incoerenza rilevata anche da alcuni sindaci della giunta, come evidenziano voti di astensione o negativi che non passano inosservati”.

Ma il vero tema secondo il Consigliere riguarda il futuro dell'Unione: “L'argomento da spendere, al di là di questa piccola vicenda, rimane quella primario sul ruolo dell'Unione, che pur valutandolo importante ed utile come unione di forze del territorio, ad oggi segna il passo ed ha bisogno di una seria ed oggettiva rivisitazione alla luce di modifiche legislative (vedi l'obbligo per i comuni sotto i 5mila abitanti di associare le funzioni fondamentali) ma anche e soprattutto di definire un percorso chiaro, condiviso e virtuoso che possa avere il sostegno di chi vi appartiene. Non si può rischiare di vivere alla giornata con mugugni, contrapposizioni, incertezze. Lo chiedono le comunità amministrate, lo chiede la lungimiranza di azione politica di un territorio. Questo è il vero tema che ancora, a dispetto di ciò che avviene, rimane sul tavolo di discussione della Valdera”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Attualità