QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°15° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 22 novembre 2019

Sport martedì 02 giugno 2015 ore 13:00

Dopo 23 anni Carlotti lascia la Jp

E' arrivato bambino nel 1992, se ne va allenatore adulto dopo aver ricoperto tutti i ruoli: "Scelta dolorosa, ma per i ragazzi Jp Anpis rimarrò". A breve la nuova squadra



PONTEDERA — Se ne va una colonna della Juve Pontedera. Dopo 23 anni di militanza in cui ha ricoperto tutti i ruoli tecnici e organizzativi Gabriele Carlotti lascia la storica società di pallacanestro.

Arrivato a otto anni, nel 1992 Carlotti se ne va adesso a 31 anni, nel 2015: “E' una decisione che ho maturato nelle scorse settimane – spiega – una scelta dolorosa. Nei prossimi giorni comunicherò la mia nuova destinazione, continuerò ad allenare, da un'altra parte, non a Pontedera”.

Ha iniziato ad allenare a 17 anni, togliendosi anche diverse soddisfazioni: “Sono stato due anni capoallenatore in prima squadra, con l'under 19 abbiamo raggiunto le finali nazionali nel 2013, nel 2008 a Bormio eravamo in finale con l'under 15”.

Oltre alle soddisfazioni col basket classico Carlotti ha avuto anche la passione per sviluppare un progetto di integrazione sociale, grazie allo sport (di cui parlammo quasi un anno fa intervistando lo stesso Carlotti): “Sì ho seguito, e continuerò a seguire ed allenare i ragazzi della Jp Anpis. Un lavoro che va avanti da sei anni e non può essere interrotto così, ci vuole continuità”. Un progetto condiviso dalla Jp e dalla Bellaria insieme all'Asl 5 e che permette a giovani diversamente abili di esprimersi attraverso lo sport.

Per Gabriele Carlotti il congedo dalla Juve sarà dunque a metà visto il legame affettivo e il progetto con la Jp Anpis che rimane in essere: “Per me il basket è una passione e dopo una specie di secondo lavoro. Ho la fortuna di fare un lavoro part-time, che mi permette di dedicare molto tempo alla pallacanestro”.

Il saluto della societa a Carlotti - Il Presidente ed i componenti del consiglio direttivo ringraziano Carlotti per il prezioso lavoro che in questi anni ha svolto, augurandogli le più grandi soddisfazioni. Nei prossimi giorni saranno comunicati i ruoli tecnici della Juve Pontedera per la stagione 2015/2016.

Nel frattempo il direttore sportivo Andrea Pierini gli rivolge un saluto particolare: “Coach Carlotti, ma per me è Gabri, ha deciso di lasciarci. Ancora non ho realizzato bene la cosa tanto sono abituato a considerarlo come un pezzo di Juve Pontedera e mi piace pensare che sta cambiando abitazione, ma la residenza rimane a casa sua, alla Juve Pontedera. Un allenatore ed un uomo che ha contribuito in prima persona a formare decine di ragazzi ai quali, come minimo, ha trasmesso con la professionalità, l’umanità e l’esempio i valori essenziali che servono nello sport e nella vita. A tutto questo va aggiunto, in ambito giovanile, il conseguimento di due finali nazionali, una con gli under 15 ed una con gli under 19, ed, in ambito senior, una fantastica promozione in B in qualità di assistant coach ed una salvezza tre stagioni fa, in qualità di head coach, salvezza che per le condizioni nella quale maturò assunse il valore di un campionato vinto. In bocca al lupo Gabri, la tua voglia di misurarti fuori da casa va rispettata, ti farà crescere ulteriormente, un abbraccio, Andrea".

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Mes, Di Maio: «Nessuno scontro con Conte»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità