QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Spettacoli martedì 03 marzo 2015 ore 12:10

Ecco come sarebbe Pinocchio adulto

Il regista Virginio Liberti porta in scena il personaggio di Collodi quaranta anni dopo essere diventato umano. Sul palco l'attore Tommaso Taddei



PONTEDERA — Come sarebbe Pinocchio a 40 anni? E' quello che si è chiesto il regista Virginio Liberti prima di mettere in piedi lo spettacolo Perduto Pinocchio, che andrà in scena al Teatro Era venerdì 6 e sabato 7 marzo, sempre alle 21.

Sul palco l'attore Tommaso Taddei interpreta la versione innovativa di Pinocchio che comincia là dove termina la favola di Collodi, dal momento in cui burattino di legno diventa umano e si ritrova nei panni di un quarantenne disilluso. Lo spettacolo inizia 40 anni dopo la metamorfosi di Pinocchio in bambino per un buon comportamento, in scena un uomo adulto, solo, senza famiglia, senza amici, e senza Geppetto, senza fata e animali. Per il regista e drammaturgo Virginio Liberti Pinocchio è la storia di una vita e delle metamorfosi, una storia molto kafkiana come esistenza anche per il suo dolore, per l’ironia e per il sadismo.

Pinocchio appare nostalgico di un tempo passato, quando non conosceva l'apatia o il vuoto, quando era completamente proiettato verso il tempo futuro e desiderava la sua premiata umanità. A quel tempo era ignaro della sofferenza per amori non corrisposti, delle malattie del corpo, delle malattie dello spirito o dell'angustia nel trovarsi perso nel labirinto dei propri pensieri, senza una voce amica a fargli da guida.

Da uomo Pinocchio fa un bilancio del suo umano libero arbitrio.



Tag

Si assentava dal posto di lavoro, arrestato il sindaco di Scalea

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cultura

Attualità

Attualità